"Cari visitatori, dal mese di aprile cambieremo la nostra politica di divulgazione delle vendite settimanali trasformandole in una top 10 software senza i numeri di vendita". Con queste parole Media Create ha annunciato sul proprio sito ufficiale un cambiamento che ha scosso non poco diversi giocatori e addetti ai lavori.

Media Create Ŕ stata finora una delle fonti pi¨ rispettate e apprezzate quando si trattava di ottenere dati riguardanti le vendite del settore videoludico nel Sol Levante e questo cambiamento non Ŕ passato di certo inosservato come sottolineato per esempio da un thread su ResetEra che indica una delle possibili cause dietro a questa decisione.

Dietro alla decisione di non rivelare pi¨ i numeri di vendita precisi ci sarebbero, secondo molti, i publisher stessi.

1

Media Create riporta i dati del mercato giapponese dal lontano 1994 ma Ŕ una compagnia relativamente piccola formata da appena 11 dipendenti e che quindi non sarebbe in grado di resistere alle pressioni di investitori o di grandi nomi del settore. Si tratta di pura speculazione ma questa ipotesi sembra la pi¨ accreditata.

Da aprile i dati arriveranno soprattutto attraverso Famitsu e Dengeki ma questa defezione da parte di Media Create non passa di certo inosservata, soprattutto se le cause dovessero effettivamente essere delle pressioni dei publisher che non vogliono svelare i dati di vendita precisi.

Cosa pensate di questa vicenda?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darÓ ragione.