Finalmente è giunto il momento di buttarsi a capofitto nel mondo di Sekiro: Shadows Die Twice, il nuovo gioco di From Software che ci mette nei panni del Lupo, misterioso shinobi immortale. Questa guida coprirà tutte le sfaccettature dell'opera, tutti i boss, gli oggetti e i segreti nascosti nelle caleidoscopiche mappe del periodo Edo.

La nostra Guida di Sekiro è in costante aggiornamento. Ecco tutte le pagine disponibili:

Per cominciare abbiamo deciso di darvi una serie di consigli utili per iniziare l'avventura, evitando qualsiasi genere di spoiler e aiutandovi solamente a prendere confidenza con tutte le novità del gameplay rispetto ad esperienze come Dark Souls e Bloodborne. In effetti, è bene tenere a mente che Sekiro è di gran lunga il titolo più difficile mai sviluppato da From Software, probabilmente superiore persino a Demon's Souls; addirittura, gran parte delle meccaniche sembrano pensate per punire coloro che avessero preso eccessiva dimestichezza con le dinamiche del genere soulslike. Insomma, preparatevi a morire.

In questa pagina:

Il Combattimento

SEKIRO2

In Sekiro abbiamo una katana (la Kusabimaru del Lupo) nella mano destra, dedicata agli attacchi normali, e un braccio prostetico dall'altro lato, capace di numerosi attacchi speciali che fanno affidamento su asce, shuriken e gli equivalenti delle piromanzie. Lo stealth è presente, ma non è fondamentale per arrivare in fondo all'avventura, anche se a volte vi consentirà di guadagnare un vantaggio non indifferente e di sfruttare alcune tecniche particolari che si attivano successivamente ad un'esecuzione silenziosa.

I combattimenti in Sekiro sono molto più ostici rispetto ai classici titoli di Miyazaki, e la morte è dietro l'angolo in qualsiasi momento; bisogna tenere alta la concentrazione e sfruttare al massimo l'abilità di deflettere i colpi nemici, decisamente più importante rispetto alla tradizionale schivata. Se siete giocatori esperti del genere soulslike, la vostra prima preoccupazione deve essere quella di uscire dallo schema mentale "schiva-attacca" e sfruttare tutto ciò che avete a disposizione: il salto, l'abilità di deflettere i colpi e tutte le capacità del Lupo. Abituatevi a parare spesso, e usate il salto per uscire dalla portata dei nemici. Se colpite un miniboss con un attacco a sorpresa o in caduta, vi faciliterete immensamente la vita togliendogli definitivamente un'intera barra della salute.

La Morte:

L'abilità di risorgere una volta morti, invece, è disponibile di default dopo ogni riposo presso un Idolo dello Scultore (l'equivalente del falò). La morte è una meccanica molto complessa in questo titolo: morendo, oltre a perdere tutte le risorse guadagnate senza possibilità di recupero, si rischia di far ammalare gli NPC del mondo di gioco con una malattia che ci renderà ostili gli dei. Più alto sarà il numero di morti durante la run, minore sarà il favore divino guadagnato e maggiore sarà la diffusione del Mal del Drago. Il Favore Divino, per l'appunto, è una meccanica che permette di mantenere l'oro e l'esperienza anche in seguito alla morte, ed è una meccanica random influenzata dal Mal del Drago. Non disperate: proseguendo nell'avventura otterrete gli strumenti necessari per rispondere alla malattia. Ricordate sempre che più morirete, più pesanti saranno le conseguenze.

Il Sistema di Sviluppo

Differentemente dai precedenti titoli di From Software, in Sekiro è presente un sentiero di potenziamento preimpostato, e non sarà possibile overlivellare per superare determinati boss. I Grani di Rosario, anzitutto, permettono di potenziare le statistiche difensive dello Shinobi, ovvero la vitalità e l'equilibrio. Sconfiggendo gli avversari si ottengono Sen e punti esperienza, che possono essere spesi presso un Idolo dello Scultore per sbloccare una serie di abilità attive (le Arti) e passive, fondamentali per la crescita del Lupo. Scambiando oggetti chiave con Lo Scultore, invece, è possibile mettere mano ai meccanismi del braccio prostetico, sbloccando una serie di utilissimi strumenti, da potenziare attraverso ulteriori risorse dedicate. Per potenziare l'attacco bisogna sfruttare i Ricordi, testimonianze delle nostre vittorie contro i boss. Insomma, avrete notato che in Sekiro ci sono molte più risolse rispetto alla tradizione della recente della serie.

Con la scomparsa definitiva della lista delle statistiche, bisogna fare affidamento su un albero delle abilità che permette al Lupo di apprendere nuove skill potenziando il personaggio attraverso tecniche e incrementi passivi. Inizialmente, gli alberi delle abilità saranno piuttosto limitati, ma trovando tomi nascosti nel mondo di gioco sarà possibile ampliare considerevolmente l'arsenale a disposizione del protagonista imparando tecniche proibite e segreti dei nemici.

Le arti sono specifici attacchi che si ottengono con l'incedere dell'avventura: si tratta di abilità attive che si possono sfruttare in combattimento per scatenare attacchi molto potenti, e si utilizzano premendo contemporaneamente i due bumper del controller (ad esempio L1+R1). Cercate di prendere confidenza con la meccanica, perché alcune di queste tecniche si sono rivelate indispensabili per abbattere i boss più ostici (ad esempio .

Gli strumenti prostetici, invece, sono oggetti legati al braccio sinistro dello Shinobi. Se ne possono equipaggiare fino a un massimo di tre contemporaneamente e cambiare liberamente durante il combattimento. Gli effetti degli strumenti prostetici sono piuttosto variegati, spaziando tra meccanismi difensivi e veri e propri jutsu votati all'attacco. Avrete già visto il rampino, lo strumento fondamentale per proseguire con l'esplorazione, ma nel titolo sono presenti potentissime asce, scudi a ombrello e lanciatori di shuriken, oltre a tantissime altre varianti. Gli strumenti prostetici, poi, possono essere potenziati visitando Lo Scultore, NPC che si prenderà cura del protagonista.

Il Tempio in Rovina

SEKIRO3

Come ogni Soulslike che si rispetti, anche Sekiro è dotato di un Hub centrale, il Tempio in Rovina, ricco di NPC e chicche che vi permetteranno di potenziare e preparare il Lupo in vista dei terribili combattimenti. In effetti, Sekiro è decisamente più difficile rispetto all'ultimo capitolo di Dark Souls uscito, quindi preparatevi a morire più e più volte. Visto il sistema di progressione molto diverso da quello delle recenti produzioni From Software, anche il numero di risorse destinate al potenziamento è cresciuto inevitabilmente. Per potenziare il personaggio, di base, vi basta accedere ad uno qualsiasi degli Idoli dello Scultore presenti nel mondo di gioco, ma vi capiterà spesso di tornare al punto di partenza per scoprire nuove meccaniche e magari qualche segreto.

Lo Scultore

Lo scultore è l'ancora di salvezza del Lupo, la mano che si nasconde dietro al potentissimo braccio prostetico e, soprattutto, dietro a tutti i potenziamenti. Se doveste trovare un nuovo gadget in giro per il mondo, è da lui che dovrete tornare per poterne sfruttare appieno le potenzialità. Nell'inventario potete equipaggiare fino a tre diverse funzioni per il vostro braccio, che potrete successivamente cambiare durante il gameplay attraverso un sistema di scelta rapida. Dopo aver sconfitto un determinato boss, otterrete un nuovo strumento che vi permetterà di sbloccare un intero percorso di potenziamento per ogni equipaggiamento prostetico: utilizzando oggetti come ad esempio la polvere da sparo nera, potrete migliorare gli strumenti prostetici e ottenere abilità decisamente interessanti, ad esempio aggiungendo l'effetto del colpo multiplo agli Shuriken.

Hanbei l'Immortale

Per aiutarci a gestire e testare la mole di potenziamenti per il Lupo, From ha inserito nel titolo una delle sue classiche genialità: un guerriero immortale che assolve il compito di semplice 'training dummy', una specie di fantoccio da allenamento. Accanto a lui potete trovare la Cassa delle Offerte, in cui saranno conservati tutti gli oggetti chiave che doveste perdere per sbaglio.

Emma

Emma è un medico che lavora per un non specificato signore, ed è ovviamente colei che gestisce le nostre risorse legate alla fiaschetta curativa, i Semi di Zucca, pertanto svolge un ruolo fondamentale. Una volta raccolti gli oggetti necessari, tornate da lei per avere l'effimera opportunità di sopravvivere più a lungo.

La nostra Guida di Sekiro è in costante aggiornamento. Ecco tutte le pagine disponibili:

Riguardo l'autore

Lorenzo Mancosu

Lorenzo Mancosu

Redattore

La fiamma per i videogame nasce quando a 3 anni subito il battesimo del fuoco col Super Nintendo. Ex QA tester, oggi è diviso tra la giurisprudenza e una comunicazione che non è solo quella delle proprie opinioni.

Altri articoli da Lorenzo Mancosu