L'insistenza di Google per rendere Stadia esclusivamente basata su cloud è decisamente intrigante. Mentre i benefici che presenta in termini di accessibilità e convenienza sono chiari per tutti, le domande persistono sulla fattibilità di tale idea e sulla disponibilità di un'infrastruttura sufficiente affinché Stadia sia in grado di fare ciò che Google vuole che faccia.

Se dovesse dimostrare di avere successo, potrebbe diventare un nuovo punto di riferimento nel settore, che costringerà altri concorrenti nel mercato a ripensare le loro strategie. Secondo l'analista del settore Michael Pachter, questa è una possibilità.

Di recente Gamingbolt ha avuto l'occasione di intervistare Pachter e gli è stato chiesto se Stadia potrà avere un qualche impatto su ciò che Microsoft e Sony stanno cercando di fare i loro rispettivi sistemi next-gen, e secondo l'analista, se Stadia dovesse dimostrare di avere successo, i due colossi potrebbero provare ad emulare la piattaforma di Google con xCloud e PlayStation Now.

"Penso che Microsoft emulerà Stadia se avrà successo, e Sony proverà a fare la stessa cosa con la sua tecnologia PlayStation Now" ha detto Pachter.

Stadia_Controller_768x451

Un'altra domanda posta a Pachter è stata quella riguardante il prezzo di Stadia. L'analista ha parlato di varie possibilità:

"Se è come [iTunes], i giochi avranno un prezzo di $ 59,99 a meno che i publisher non offrano prima una finestra esclusiva a Microsoft e Sony", ha affermato. "Se ciò si verifica, i giochi saranno probabilmente più economici. Se si tratta di un abbonamento, è destinato a fallire, ma probabilmente cercheranno di farlo a $ 19,99 o meno al mese. Se si tratta di un'attività di noleggio, sarà probabilmente $ 1 all'ora o giù di lì".

Il prezzo di Sadia, il modello di business e molto altro saranno rivelati più avanti nell'anno, mentre il lancio della piattaforma è previsto per la fine del 2019 nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Canada e in Europa.

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Altri articoli da Matteo Zibbo