Un politico e giocatore di EVE Online stato bannato permanentemente dal gioco per corruzione

Si tratta del repubblicano Brian Schoeneman.

Di recente un giocatore (e politico di professione nella vita reale) stato bannato dall'MMO EVE Online, con l'accusa di corruzione.

Come riportano i colleghi di Eurogamer.net, parliamo del repubblicano Brian Schoeneman, conosciuto come Brisc Rubal. L'uomo faceva parte del Council of Stellar Management, concilio creato per fare da tramite tra giocatori e sviluppatori e gestire inoltre le questioni legali all'interno del gioco. Secondo CCP Games, Schoeneman avrebbe condiviso informazioni confidenziali con alcuni membri della sua alleanza per utilizzarle in transazioni illecite.

Schoeneman si in seguito dichiarato non colpevole:

"Respingo queste accuse, non ho mai (e non lo farei mai) violato il regolamento che io stesso ho firmato dopo essere stato eletto nel CSM. Non ho mai fornito nessuna informazione proprietaria di CCP Games a nessuno."

Per essere eletto nel CSM, il politico ha realizzato un video per la sua campagna elettorale in cui affermava di essere un giocatore di EVE Online gi nel 2006:

"Lavorando insieme, posso portare gli anni di esperienza maturati nel rappresentare i miei elettori a Washington per rappresentare voi giocatori a Reykjavik." - ha dichiarato nel video.

EVE Online disponibile su PC. Cosa ne pensate di questa vicenda?

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Andrea Di Carlo

Andrea Di Carlo

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza