Bioware di certo non se la sta passando bene negli ultimi anni. Basta vedere come sono stati accolti gli ultimi due grandi progetti pubblicati dallo studio, Mass Effect: Andromeda prima e pochi mesi fa Anthem, per capire come lo studio stia attraversando un periodo di crisi non indifferente.

Di recente, un articolo di Jason Schreier di Kotaku, avvalendosi di fonti interne alla compagnia, ha messo alla luce i numerosi e importanti problemi che stanno affliggendo Bioware, al punto che si parla persino "di stati di ansia e stress epidemici" all'interno del team durante lo sviluppo di Anthem. Problematiche parzialmente confermate dallo stesso studio in un lungo post sul suo blog ufficiale e che ora a quanto pare sta cercando di risolvere.

Come segnalato dallo stesso Schreier su Twitter, lo studio pochi giorni fa ha svolto una lunga riunione con tutto il personale per discutere dei problemi interni. Tra i vari punti toccati ci sono le scelte produttive e l'utilizzo del Frostbite Engine. In particolare, questo potente quanto poco malleabile motore imposto da EA per praticamente tutte le produzioni interne ha creato non pochi grattacapi al team di sviluppo, rallentando notevolmente i lavori su Anthem.

Non sappiamo di preciso come Bioware intenda effettivamente cambiare le cose all'interno della compagnia. Stando a quanto afferma Schreier, alcuni dei dipendenti si sono detti ottimisti su quanto emerso durante questa lunga riunione con lo staff. Altri, tuttavia, sono rimasti alquanto scettici.

Il processo di sviluppo nell'ambito videoludico indubbiamente complicato e delicato, tanto pi quando si attraversano periodi di crisi come quelli di Bioware. Al momento lo studio sta lavorando sul supporto post-lancio di Anthem e sull'atteso Dragon Age 4.