Secondo quanto riporta Game Rant, poco dopo l'annuncio di Gearbox di voler pubblicare Borderlands 3 come esclusiva all'interno dell'Epic Games Store, gli utenti su PC hanno iniziato a pubblicare le proprie lamentele. Non si sono fermati solo a questo, ma hanno anche commentato i precedenti titoli all'interno di Steam bombardandoli con recensioni negative.

Tutto questo non è passato inosservato a Randy Pitchford, CEO di Gearbox, che attraverso Twitter ha esposto le sue opinioni. A differenza del tono scherzoso usato in altri tweet, Pitchford questa volta ha scritto in tono serio, affrontando e rispondendo ad una serie di lamentele.

Innanzitutto ha dichiarato che è stata 2K a voler pubblicare esclusivamente sullo Store di Epic, perciò Gearbox personalmente non può fare nulla. Il CEO ha parlato successivamente della longevità del gioco. Ha ammesso che Steam ha molte più funzionalità rispetto ad Epic Games, ma siccome quest'ultima piattaforma è più recente rispetto a quella di Valve, è convinto che in futuro verranno apportati miglioramenti.

Per Pitchford, Steam è una piattaforma che "morirà con l'andare del tempo", anche se secondo lui il concorrente diretto non sarà Epic Games. Anche se molti fan non saranno d'accordo sulla decisione, il CEO di Gearbox è fermamente convinto di questa scelta. L'invettiva termina dichiarando che il 13 settembre, data in cui uscirà il gioco, milioni di giocatori giocheranno a Bordelands 3, indipendentemente dalla piattaforma.