La nuova espansione di Hearthstone: L'Ascesa delle Ombre è stata finalmente rilasciata e noi di Eurogamer.it siamo pronti ad analizzarla per voi.

Sono 135 le nuove carte per il formato standard, una delle quali abbiamo rivelato in esclusiva italiana, ma ci sono anche nuove meccaniche ed una modalità giocatore singolo che deve ancora uscire. Le modalità di preordine sono state due: una meno costosa con 50 buste ed un Mega Bundle, che oltre alle 80 buste faceva ottenere l'eroe del Sacerdote: Madame Lazul.

La strategia di rilascio delle carte nel periodo di spoiler è stata coerente con gli sviluppi delle espansioni precedenti, infatti anche sui social Blizzard si è dimostrata intenzionata a provare sempre più tecnologie e modelli promozionali. La novità migliore è quella del Summit organizzato nella sede francese di Blizzard a Versailles, dove un gruppo ristretto di giocatori e content creators è stato invitato per provare in anteprima tutti i contenuti che sarebbero stati rilasciati il 9 aprile. Tra gli italiani erano presenti gli streamer Mattia "Attrix" Attrice e Mattia "Poly" Negri, che non solo hanno potuto conoscere in anteprima varie informazioni de L'Ascesa delle Ombre, ma anche di future espansioni. Questo significa che Blizzard potrebbe riproporre l'idea del Summit per tutto l'anno del drago.

Ci piace molto l'idea che un gruppo di esperti ed amanti del gioco possa conoscere a priori i contenuti in arrivo, suggerire modifiche agli sviluppatori e dare passo passo le informazioni ai propri fan. Cosa invece non ha funzionato è ancora una volta il reveal delle carte, che si è tenuto come di consueto in due differenti sessioni con gli sviluppatori in diretta su Twitch.

Riteniamo ormai obsoleta la strategia di giocare in live delle partite con classi e mazzi prestabiliti al fine di mostrare delle carte, in quanto le partite sono spesso lunghe e noiose, considerando che gli sviluppatori sono di norma poco bravi ad intrattenere (fatta eccezione per Ben Brode, che da solo era in grado di rendere divertentissimo uno streaming come questo). Ciò che chiedono gli appassionati è conoscere le carte in maniera diversa, ad esempio con uno spettacolo simile ad un talk show, dove gli sviluppatori presentano svariate carte in maniera più rapida e magari danno voce agli artisti che disegnano o danno voce alla carta, per capire come hanno deciso di personalizzarla.

Il tema dell'espansione, come ci ha detto Mike Donais nell'intervista, è un tentativo unico e raro di giocare per una volta dalla parte dei cattivi. Li conosciamo tutti, infatti i membri della Legione del M.A.L.E. sono personaggi provenienti da carte che abbiamo già visto almeno una volta su Hearthstone. Ci piace molto questa iniziativa e crediamo che l'avventura riuscirà ad esprimere al meglio questa tematica. Il contenuto giocatore singolo è infatti in arrivo prossimamente su Hearthstone e non vediamo l'ora di giocarlo.

I Piani sono la nuova meccanica dell'espansione e Mike ci ha detto che rispecchiano al meglio il tema in questione. Sono carte molto strategiche e solitamente richiedono svariati turni per capire quando utilizzarle. C'è poi una nuova abilità, la Magia Gemella, che ci piace molto perchè è stata utilizzata sia per creare delle versioni più bilanciate di carte già esistenti in gioco, sia per testare nuove idee. Ci convince l'idea di una carta che, se giocata, ci torna in mano da utilizzare di nuovo. L'avversario ha però il vantaggio di sapere che la possediamo, quindi può giocarci attorno, dunque sta a noi trovare il modo migliore per trarne beneficio. Sono già presenti dei mazzi in grado di sfruttare a pieno questa meccanica.

Per quanto riguarda il meta, inutile dire che non ci troviamo solo davanti a nuove carte, ma ad una rotazione di espansioni che avviene ogni anno intorno ad aprile. Risulta quindi ovvio il cambio massiccio di mazzi presenti nel meta di Hearthstone e oggi vogliamo vedere quanto la situazione sia cambiata per le singole classi. L'anno passato è stato definito da tutti molto noioso: riuscirà L'Ascesa delle Ombre nell'intento di creare un meta più vario e divertente ma allo stesso tempo bilanciato?

Foto0

Il Druido arriva da un anno di onnipresenza per il Taunt Druid ed altri archetipi come Mecha'Thun, Togwaggle e Malygos. Ha sempre visto mazzi predisposti al controllo, mentre per L'Ascesa delle Ombre sembra imporsi un archetipo già conosciuto, il Token Druid. Varie prove vengono fatte anche sull'Heal Druid, visto che può interagire bene con la nuova leggendaria e la meccanica ideata per la classe Druido di quest'espansione. Molti professionisti hanno dubitato di questa classe durante le analisi delle carte, quindi solo il tempo potrà dirci quanto sia forte rispetto alle altre.

  • Lista Token Druid: AAECAZICBP0C7QXWmQPJnAMNQLMB9wPmBcQG1+8C+oYDxIkDw5QDxZQDzpQDypwD05wDAA==
  • Lista Heal Druid: AAECAZICBu0Fm/AC9fwCoIAD05QDypwDDEBWX5MExAaYB9UI8wz6/gK5lAPPlAO7nwMA

Il Cacciatore è stata una classe abbastanza giocata durante l'Anno del Corvo, basti pensare allo Spell Hunter o alla versione Dispari, non più giocabile a causa dello spostamento tra le Vecchie Glorie di Baku e Genn. Si ripiega quindi su liste Mech, che stanno dominando la ladder grazie all'utilizzo di vecchie carte come Zilliax e a nuove sinergie. Rimane forte anche lo Spell Hunter, già visto in passato come archetipo.

  • Lista MechHunter: AAECAR8EoIADm4UD8ZYD+ZYDDbUDlwjg9QLi9QLv9QK09gK5+AKH+wKY+wL2/QKghQPylgO2nAMA
  • Lista Spell Hunter: AAECAR8GtAPFBJuFA6SIA/uWA9qdAwyoArUD7QaXCMUI2wnc7gKH+wKiigPmlgPslgP5lgMA

Il Mago si è giocato sia in versione Big/Control che Odd nell'ultimo anno, anche se la prima versione è stata decisamente quella di maggior successo. Per l'Anno del Drago vediamo una classe davvero rinnovata. Lo Spell Damage Mage è divertentissimo, anche se molto basato sull'RNG. Questa classe è sempre stata tra le migliori per sperimentare l'effetto randomicità, basti pensare al vecchio Tempo Mage di Goblin vs. Gnomi. In questo caso possiamo diminuire l'RNG delle nostre magie aumentando il potere magico dei danni inflitti, così avremo meno possibilità di sbagliare. Lo Spell Damage Mage è un mazzo divertentissimo in ladder ma sconsigliato in torneo. Interessante anche l'Hand Mage, una versione più Controllo che fa utilizzo di tante nuove carte di L'Ascesa delle Ombre.

Foto3
  • Lista Spell Damage Mage: AAECAf0EBO0FuAj77ALu9gINuwKrBLQE5gSWBZX/Arn/AqOHA8iHA4mWA5+bA+KbA/+dAwA=
  • Lista Hand Mage: AAECAf0ECIoHlpoDqwSDlgOggAOohwOvhwOKngMLzYkDzu8C6IkD55UDpIcDifECjQi1/ALD+ALolAPhBwA=

Il Paladino è stato giocato così tanto nell'anno trascorso dal far provare noia nel trovarcisi contro. Le versioni Pari e Dispari esprimevano troppa aggressività ma ora non possono più essere giocate in modalità Standard. Si rispolvera quindi il Paladino basato sui segreti, che mai credevamo di poter vedere di nuovo, anche se funziona diversamente da quello che giocavamo anni fa. Potremmo dire che il suo stile di gioco è quasi simile a quello del Secret Hunter e il mazzo è molto aggressivo. Se si vuole una variante più midrange, si può optare per il Dragon Paladin, altra interessante scoperta di questa espansione.

  • Lista Secret Paladin: AAECAZ8FAq8ElJoDDkaMAZ4ByAT1Bc8GrwexCK3yAtj+AvWJA76YA46aA5CaAwA=
  • Lista Dragon Paladin: AAECAZ8FBo0I/fsC3oIDzocD3YkDzZsDDNwDrweM7wKJ8QLd/gLoiQPsiQOtlAOxlAPolAOKmgO0mwMA

Il Sacerdote è una classe abbastanza difficile da bilanciare, tanto che si passa dal vederla come Tier 1 al non vederla del tutto. Durante l'anno passato, specie nell'ultima espansione, l'abbiamo visto di meno ma con qualche versione Combo, Dragon ed APM. Per questa espansione torna leggermente rinnovato nelle sue versioni Deathrattle e Silence, che grazie a nuovi servitori e magie vedono modi alternativi di gameplay, anche se nulla di esageratamente nuovo ed interessante.

  • Lista Deathrattle Priest: AAECAa0GBqUJ5fcCoIADi4oDgpQD65sDDO0B5QTSCtMK8gzc9QK09gKh/gLriAPvkgODlAONlwMA
  • Lista Silence Priest: AAECAa0GAA/4At0E5QT2B6UJ0QrSCvIM+wzy8QKDlAOHlQOumwOCnQPInQMA
foto1

Il Ladro è stato giocato parecchio nell'ultimo anno, sia in versioni più aggressive che lente, come quella basata sull'arma. Per L'Ascesa delle Ombre, risulta probabilmente una delle classi più divertenti da giocare insieme al Mago. Alcune delle versioni più interessanti sono Thief Rogue, che fa uso di Tess per sfruttare a pieno le carte rubate dagli avversari, e il nuovo Tempo Rogue basato su Chef Nomi.

  • Lista Thief Rogue: AAECAaIHBsgDmwXr8ALv8wK39QLOjAMMtAHLA90Ihgnq8wLH+ALJ+wLVjAOQlwOomAP7mgP+mgMA
  • Lista Tempo Rogue: AAECAaIHBLICyAOvBIoHDbQB7QLuBogH3QiGCcf4AtWMA4+XA5CXA/uaA/6aA4mbAwA=

Lo Sciamano è stata una delle migliori classi su cui sperimentare la meccanica pari, ma anche Shudderwock ha consentito di creare un mazzo potentissimo. Pur senza l'utilizzo della missione che avrebbe sinergizzato a dovere, questa classe torna con un potentissimo mazzo Murloc, che è in grado di imporre una presenza impressionante sul tavolo di gioco. Quindi, se giocherete un mazzo aggressivo e non rimuoverete a dovere i servitori, vi ritroverete sconfitti in pochi turni. Giocando mazzi Control, potranno invece tornarvi utilissime le rimozioni. A proposito di Controllo, risulta interessante anche il nuovo Control Shaman, che per non farsi mancare nulla ha ben 2 Hagatha!

  • Lista Murloc Shaman: AAECAaoIArWYA5ybAw6/AcUD2wP+A+MF0AenCJMJ8PMC3oID4okDjJQDxpkD9JkDAA==
  • Lista Control Shaman: AAECAfWfAwjtBf8Fp+4CmfsCioUD9ooDuZkDhp0DC/kD9QT+BYoH9vACj/sCjIUDrZEDipQDxZkDxpkDAA==
foto2

Lo Stregone è stato indubbiamente tra i mazzi più giocati dell'anno trascorso. Le sue versioni Pari, quindi Controllo, e Zoo, ci hanno accompagnato per molto tempo. Quest'ultimo si ripropone anche con la nuova espansione, infatti non ricordiamo periodi iniziali di gioco senza la presenza di questo mazzo. Torna piacevolmente anche l'Handlock, uno dei mazzi che hanno fatto la storia di Hearthstone.

  • Lista Zoo Lock: AAECAf0GAo+CA5eXAw4w0wHyAfUF2QexCMII9v0C+v4C3IYDxIkD7IwDiJ0DtZ8DAA==
  • Lista Handlock: AAECAf0GCJME8gXbBooHkgec+AKggAOXlwMLigH7BrYH4QeNCMQIzAjzDMXzAo+AA8KZAwA=

Il Guerriero è l'ultima classe che oggi analizziamo nel dettaglio. Non è stato molto giocato negli ultimi mesi, infatti la versione Odd con sostegno di Boom uscita in Operazione Apocalisse non è riuscita ad inserirsi adeguatamente nel meta. Lo stesso vale per il Rush Warrior, archetipo poco forte quando il meta non è basato su mazzi aggro o midrange. Per questa espansione però sembra essere arrivato un mazzo incredibilmente divertente, e parliamo del Bomb Warrior, che fa uso del nuovo Dr.Boom per inserire bombe nel mazzo dell'avversario e farlo saltare in aria pescando carte. Questo mazzo è tendente al Controllo ma la sua parte RNG lo rende particolarmente divertente ed inaspettato, da provare assolutamente. Come il Paladino, anche il Guerriero sta venendo giocato in una versione coi draghi.

  • Lista Bomb Warrior: AAECAQcGyAO67ALN7wKS+AKggAOblAMMS/sBsgid8AKb8wKD+wKe+wKz/AL1gAOXlAOalAOSnwMA
  • Lista Dragon Warrior: AAECAQcIkAf/B6IJ+wzeggP4hgOShwO9mQMLogSJ8QKb8wL09QKBhwOLhwPoiQPsiQOqiwPolAPCmQMA

Analizzate tutte le classi, facciamo il punto della situazione. Il paragone va fatto con Boscotetro, che un anno fa ha azzerato i conti dell'anno precedente e diminuito drasticamente il power level delle carte. Questa volta ci sembra che il power level non sia poi così basso, anzi, ci sono carte davvero interessanti e potenti. Ci teniamo però a far notare che la maggior parte degli archetipi che vi abbiamo proposto, che risultano essere tra i migliori in circolazione, erano già esistenti in passato.

Basti pensare al fatto che per l'ennesima volta ci troviamo a giocare Zoo Lock, piuttosto che Spell Hunter o Tempo Rogue. Ci sono però molte migliorie e modifiche nei mazzi, siccome la struttura che faceva sostegno nell'anno passato è andata a crollare a causa della rotazione. Pertanto, anche se l'archetipo rimane identico, potrebbe presentare una giocabilità tutta nuova, alterata magari dal solo effetto di una carta. L'esempio potrebbe essere quello del Secret Paladin, che ora non vuole tenere i segreti nel mazzo per vederli giocare tutti insieme creando un albero di Natale sul proprio eroe al turno 6. Anzi, volendo si può giocarli già dal turno 1 per potenziare i servitori nei turni a venire.

Riteniamo quindi che Blizzard abbia svolto un buon lavoro nel proporre carte bilanciate ed interessanti, e che inoltre sia riuscita ad introdurre carte basate sull'RNG in grado di farci divertire come solo Hearthstone sa fare. Ricordiamo infatti che questo gioco punta da sempre non solo alla componente eSport, ma anche e soprattutto ai casual gamer. Il vero divertimento avviene quando si riesce a uccidere l'avversario con una bomba di Dr.Boom, piuttosto che con una magia casuale lanciata da Zul'Jin, quindi il colosso di Irvine è riuscito a riconquistare molti degli appassionati che si erano stufati della monotonia del gioco. Adesso Hearthstone è senza dubbio tornato ad essere divertente, specie con alcuni mazzi come Thief Rogue ed il Bomb Warrior.

Non possiamo ancora esprimerci sull'Avventura ma siamo sicuri che sarà interessante come tutti i contenuti giocatore singolo che vengono proposti. Tuttavia, la grande sfida da questo punto di vista rimane offrire un contenuto che sia rigiocabile, a differenza delle precedenti modalità che una volta concluse, difficilmente venivano riprese.

Il meta di Hearthstone ha quindi l'obbiettivo di rimanere allo stesso tempo stabile e divertente, e scopriremo se ci riuscirà nei prossimi mesi di modalità classificata e d tornei, e grazie al feedback della comunità di casual gamers. Voi cosa ne pensate de L'Ascesa delle Ombre? Se vi sta divertendo oppure annoiando, fatecelo sapere nei commenti, in modo che possa nascere una piacevole discussione. Ma ora, tutti a giocare con la Legione del M.A.L.E.!

8 /10

Riguardo l'autore

Riccardo Basso

Riccardo Basso

Redattore

Nato nel 1995, studia Informatica all'Università di Genova dedicando gran parte del suo tempo agli streaming su Twitch e ai video su YouTube, sotto il nome di "Bloor".