Le qualificazioni per la Coppa del Mondo di Fortnite sono giunte al termine non senza scatenare polemiche. In particolare, riporta Fortniteintel, due giocatori che hanno partecipato alle qualificazioni vincendole, sono stati accusati di aver fatto uso di cheat.

Stiamo parlando di Johnny TK, giocatore del Team Kaliber, accusato dalla stessa persona che gli avrebbe venduto il cheat. Il giocatore in questione stato inoltre subito abbandonato dal team dopo che le accuse sono diventate pubbliche.

Anche Dubs FN si qualificato alla Fortnite World Cup, e anche lui stato accusato di aver fatto uso di cheat da un altro "spacciatore" di questi programmi, chiamato AspectDolphin, il quale ha anche condiviso chat di Discord tra di s e il giocatore come prova. Dubs ha comunque negato ogni accusa e al momento non stata mossa alcuna azione formale nei suoi confronti.

Il problema focale che non si tratta di incidenti isolati ma di quasi una prassi: 1163 account di gioco sono stati sospesi dal competitivo per 14 giorni proprio per aver violato standard della community e termini e condizioni di utilizzo del gioco. Un esempio superare il region lock delle gare, per cui alcuni giocatori sono riusciti a scontrarsi con giocatori di regione diversa dalla loro. Tra gli account sospesi, ci sono anche 196 vincitori che vedranno i loro premi annullati proprio per aver violato il region lock.

L'invito chiaro: segnalare chi commette infrazioni. Cosa ne pensate della presenza dei cheat nei giochi competitivi online e del caso Fortnite?

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Altri articoli da Stefan Tiron