Per Detroit: Become Human sono stati necessari due anni di studi su rivoluzioni e conflitti

David Cage ripercorre lo sviluppo dell'ultima fatica di Quantic Dream.

Per celebrare il ventiduesimo anniversario di Quantic Dream, il fondatore David Cage ha svelato alcuni interessanti retroscena sullo sviluppo di Detroit: Become Human.

Come riporta PlayStationLifeStyle, l'idea del gioco è nata grazie a KARA, una tech demo per PS3 presentata nel 2012.

I feedback positivi ricevuti convinsero Quantic Dream a trasformare il concept in un vero e proprio titolo. Un passo più facile a dirsi che a farsi, visto che lo sviluppo di Detroit: Become Human e dei temi trattati nel gioco hanno richiesto due anni di studi su rivoluzioni e conflitti, come svelato da David Cage su Twitter.

"Abbiamo imparato dai filosofi, da Platone, Nietzsche, Aristotele e molti altri.", afferma Cage. "Volevamo parlare della nostra società, della segregazione, della discriminazione, della violenza domestica, del diritto di essere differenti, dell'umanesimo. Può un gioco parlare di argomenti così seri?".

Cage afferma che Detroit: Become Human ha cambiato drasticamente il suo modo di vedere il medium videoludico, dimostrandogli che i giochi possono presentare anche argomenti complessi e delicati e non limitarsi solo "sull'uccidere le persone".

Detroit_Become_human

Detroit: Become Human è stato realizzato con 4.000 pagine di sceneggiatura, 300 personaggi e oltre un anno di riprese, rendendolo il titolo più ambizioso di sempre realizzato da Quantic Dreams. Cage ha svelato che inizialmente lo operava in un piccolo ufficio con soli 25 dipendenti. All'epoca un progetto simile sarebbe stato un traguardo impensabile e che è stato reso possibile grazie al supporto negli anni della community.

"Detroit: Become Human non sarebbe nulla senza questa splendida community e tutte le persone che hanno amato il gioco, ne hanno parlato, realizzato delle fan art. Una community basata su valori umani, amicizia e rispetto. Siete straordinari."

Detroit: Become Human è attualmente disponibile su PS4. Quest'anno il gioco arriverà anche su PC via Epic Games Store insieme a Heavy Rain e Beyond: Two Souls.

Vai ai commenti (10)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Stefano Paglia

Stefano Paglia

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (10)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza