Quantic Dream nell'occhio del ciclone e sotto indagine tra accuse di molestie sessuali e comportamenti inadeguati

AGGIORNAMENTO: Ecco la risposta dei creatori di Detroit e Heavy Rain.

Aggiornamento: Dopo le accuse di cui vi abbiamo parlato, Quantic Dream si è affidata a Twitter e a una dichiarazione ufficiale per la propria risposta. Ecco quanto dichiarato dal team francese:

"Quantic Dream è uno studio in cui tutti possono esprimersi liberamente. Il nostro team molto diversificato riflette i nostri valori di libertà, inclusione e diversità. Siamo fermamente convinti del nostro impegno di creare un ambiente di lavoro creativo e sicuro in un'atmosfera aperta e rispettosa. L'intero team rimane, come sempre, unito in questa missione.

"Prendiamo molto seriamente questioni come le molestie. Non siamo a conoscenza di nessun caso del genere nella nostra compagnia e incoraggiamo fortemente le vittime a contattare immediatamente le autorità competenti".

Lo studio prende quindi posizione ed è intenzionato a collaborare e a risolvere a pieno ogni possibile caso di molestie o comportamenti inadeguati

2

News originale: Già nel gennaio del 2018 Quantic Dream aveva fatto discutere per delle accuse piuttosto importanti riguardanti un ambiente di lavoro definito tossico da diversi sviluppatori. Dopo alcune settimane di report molto fitti che tratteggiavano dei comportamenti a dir poco discutibili dei vertici della compagnia francese e non solo, la notizia era per certi versi caduta nel dimenticatoio ma ora ci troviamo alle prese con uno sviluppo molto importante.

Come segnalato da DualShockers, la software house che ha dato vita a giochi tra cui Detroit: Become Human ed Heavy Rain si trova sotto l'attenta lente d'ingrandimento di un'associazione francese chiamata Solidaires Informatique e di Game Workers Unite (una sorta di sindacato che vuole tutelare tutti coloro che lavorano nell'industria videoludica). L'indagine di questi due gruppi si concentra sopratutto su accuse di violenze e molestie sessuali.

Come sottolineato in precedenza, il team capitanato da David Cage aveva fatto parlare di sé a causa di diversi report che indicavano un ambiente di lavoro profondamente maschilista e caratterizzato da continui episodi di bullismo o sessismo. Proprio questo tipo di "cultura" è sotto indagine da parte di Solidaires Informatique, che è alla ricerca di testimonianze e di prove contro la software house.

1

Sembra che tra casi di crunch estremo e proteste di vario genere come quella riguardante Riot Games, l'ambiente di lavoro in ambito AAA stia diventando sempre più insostenibile e gli sviluppatori, supportati da diverse organizzazioni, non ci stanno.

Ovviamente continueremo a seguire la vicenda di Quantic Dream e i risultati di queste indagini. Cosa pensate di questo particolare caso e in generale degli ambienti di lavoro protagonisti di sempre più report e notizie di questo tipo?

Vai ai commenti (6)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (6)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza