A Plague Tale: Innocence rappresenta il tipo di esperienze di gioco che sono diventate più rare con le attuali tendenze del settore: un titolo single player lineare, basato su narrativa, che non si occupa di avere un mondo aperto o opzioni multiplayer. Per questo motivo, e molti altri, il gioco era piuttosto atteso ed è risultato un'eccellente, memorabile avventura.

Ma, dopo aver terminato il titolo, i fan dovranno aspettarsi dei sequel o qualche DLC in futuro? A quanto pare no, riporta Gamingbolt.

Parlando in un'intervista con Star News, il narrative designer, Sebastien Renard, ha dichiarato che gli sviluppatori considerano A Plague Tale come "un'esperienza narrativa unica e completa".

"È un'esperienza narrativa unica e completa", ha affermato. "Siamo tutti così felici di aver inventato un gioco che possiamo amare così tanto ... È stato un ottovolante sulle montagne russe e l'intero team ora è ovviamente molto eccitato / nervoso perché siamo a un giorno dall'uscita. Tutti passano molto tempo online controllando i primi feedback".

a_plague_tale_innocence_image_7_768x432

A Plague Tale: Innocence, recensito sulle pagine di Eurogamer.it, è ora disponibile per PS4, Xbox One e PC.

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Altri articoli da Matteo Zibbo