Quando Silent Hill P.T è stato annunciato nel 2014, i fan si erano detti entusiasti di un nuovo capitolo, soprattutto perché a monte del progetto era a capo Hideo Kojima. Tuttavia l'anno successivo il gioco è stato cancellato in seguito ad una diatriba tra Kojima e Konami.

Durante tutto questo tempo molte persone coinvolte nel progetto, tra cui Guillermo del Toro, hanno detto la loro tranne l'artista Junji Ito, almeno fino ad oggi.

Come riporta Gamespot, Ito era al Toronto Comics Art Festival la scorsa settimana e alcuni fan hanno chiesto del suo coinvolgimento riguardo al capitolo di Silent Hill annullato in seguito. Ecco la sua risposta.

"Non so nulla di videogiochi, non li gioco e avevo paura di non riuscire a portare a termine il lavoro nelle scadenze prefissate. Non ho mai giocato a Silent Hill, ma conosco Hideo da 20 anni, è come un fratello per me". Kojima e Del Toro lo avrebbero avvicinato nel periodo in cui nelle sale usciva Pacific Rim. "Ho detto a loro che non sapevo nulla di videogiochi e Kojima ha detto che andava bene, mentre Del Toro mi ha donato dei biglietti per vedere Pacific Rim. A quei tempi Kojima era ancora con Konami. Del Toro è un grandissimo giocatore e voleva che il nuovo gioco fosse veramente terrificante. Tuttavia dopo quel meeting non ho più saputo nulla, se non per vie traverse in cui si diceva che il gioco era stato cancellato. Quanto a me, non ho mai iniziato a disegnare nemmeno un mostro, non esiste nessuna bozza".

Il mangaka quindi non avrebbe creato nulla per il progetto, anche se era stato avvicinato da Kojima e Del Toro. Sappiamo che in seguito Kojima ha lasciato Konami per fondare il proprio studio che ora è al lavoro con Death Stranding.