Dota 2: il Battle Pass contiene l'opzione "Evita Giocatore" che permette di bloccare i giocatori tossici ma solo pagando

Non solo cosmetici.

Dota 2 da qualche tempo consente ai giocatori di acquistare il Battle Pass, ovvero un abbonamento premium che permette di ottenere skin cosmetiche ed altre curiosità opzionali al gioco.

Tra queste, come riporta The Verge, ora c'è la possibilità di utilizzare il pulsante "Evita Giocatore" che consente così di non incontrare nuovamente giocatori tossici. E' sempre bello sapere che le aziende (in questo caso Valve) trovino un modo di rendere la community di giocatori vivibile, tuttavia è alquanto singolare far pagare 9,99 euro per poter evitare le persone moleste.

Questa opzione dovrebbe essere accessibile a tutti e non solo a quei "privilegiati" che possono permettersi di acquistare il Battle Pass. Inoltre, secondo alcuni giocatori che hanno postato dei commenti su Steam, questa funzionalità non consente di bloccare i giocatori, ma permette solo di esprimere una "preferenza" se non volete giocare con qualcuno. In parole povere, non è detto che non giocherete più con quella determinata persona perché non sarete in grado di bloccarla del tutto.

dota

Molto probabilmente Valve deciderà di apportare modifiche in corso d'opera, tuttavia questa opzione, per com'è stata creata ora, non serve poi a molto.

Contenuti correlati o recenti

Esport Club lancia la prima palestra virtuale per i giocatori

L'interessante iniziativa dedicata a tutti, dai casual gamer ai pro player.

David Beckham ora co-proprietario di un team eSport

L'ex stella del Manchester United entra nel mondo del gaming professionistico.

IIDEA guarda agli eSport in Italia con Round One, il primo evento business internazionale

Sar presentato il nuovo rapporto sugli esports in Italia e saranno assegnati i premi ai protagonisti del settore

Articoli correlati...

Esport Club lancia la prima palestra virtuale per i giocatori

L'interessante iniziativa dedicata a tutti, dai casual gamer ai pro player.

David Beckham ora co-proprietario di un team eSport

L'ex stella del Manchester United entra nel mondo del gaming professionistico.

La Lega Basket Serie A entra a far parte del mondo degli eSport

Un presenza volta ad accrescere la propria presenza nei videogiochi competitivi.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza