In Mortal Kombat 11 sono presenti le Mercy, una meccanica vista per la prima volta in Mortal Kombat 3, e i giocatori professionisti ne stanno abusando per denigrare i propri avversari.

La "Mercy" offre al vostro avversario una seconda possibilità al termine di un match. È possibile attivarla premendo una determinata sequenza di tasti mentre il nemico è stordito, in attesa del colpo di grazia. Facendo ciò il lottatore recupererà circa un quinto della vita, permettendogli di proseguire il combattimento. Ecco come funziona:

Insomma si tratta di una meccanica apparentemente innocua, che in alcuni casi permette di prolungare un combattimento particolarmente divertente, ma in determinate situazioni può risultare un mezzo per mettere in ridicolo il proprio avversario. Ed è proprio quello che stanno facendo alcuni giocatori professionisti che partecipano al torneo ufficiale Combo Breaker.

Come riporta Eurogamer.net, in molti match le Mercy vengono attivate solitamente quando un giocatore è confidente della vittoria e ha ancora parecchia energia vitale. Insomma, più che offrire una seconda chance si tratta di infierire sullo sconfitto. In alcuni casi però si tende a esagerare, con giocatori che attivano più di una Mercy nello stesso incontro. Insomma a volte è più onorevole attivare una violenta e sanguinolenta Fatality piuttosto che infierire su un avversario già sconfitto.

Tuttavia si tratta di una meccanica che a quanto pare al pubblico non dispiace e neppure ad Ed Boon di NetherRealm Studios che si è complimentato con i giocatori del Combo Breaker su Twitter per il loro comportamento denigratorio:

Che ne pensate? Usate mai le Mercy nei scontri di Mortal Kombat 11?