AMD ha annunciato nuovi processori, schede grafiche e schede madri al Computex 2019, una delle più grandi fiere tecnologiche annuali dedicate all'hardware. Il CEO del Team Red, Lisa Su, ha svelato la GPU RX 5700 Navi, cinque CPU Ryzen 3000 ed il primo chip X570 per schede madri.

La next-generation di schede grafiche basate sull'architettura Navi della compagnia sono state oggetto di numerosi rumor per mesi, ed al Computex arrivano finalmente i primi dettagli concreti. La prima scheda sarà chiamata Radeon RX 5700 che, secondo AMD, dovrebbe avere prestazioni simili a quelle della Nvidia Geforce RTX 2070. Il team ha eseguito una dimostrazione per dare valore a queste dichiarazioni, mostrando Strange Brigade, titolo che supporta Vulkan, librerie con cui in genere le Radeon surclassano le GeForce, e la RX 5700 aveva un vantaggio del 10 percento rispetto alla RTX 2070.

Oltre a virare verso il nuovo processo produttivo a 7nm in forza presso gli stabilimenti TSMC, AMD dichiara che le nuove GPU sono realizzate con la nuova micro-architettura chiamata RDNA, che sostituisce la GCN adottata per la prima volta nel 2011. RDNA fornisce un'efficienza maggiore, garantendo incrementi del 25 percento delle prestazioni a parità di clock, e del 50 percento per watt. Quanto ci sia di nuovo in questa architettura rimane però ancora da verificare. Una precedente roadmap di AMD svela un'architettura next-gen posteriore a Navi, mentre i driver Linux suggeriscono pure un'architettura basata su GCN. D'altro canto Anandtech afferma che RDNA utilizza gli stessi 64 shader per unità compute. Ci auspichiamo quindi di scoprire di più e al più presto su RDNA.

La serie RX 5700 verrà lanciata in luglio, con nuove informazioni in arrivo alla prossima AMD Next Horizon Gaming showcase (in programma il 10 giugno), che dovrebbe anche svelare informazioni dettagliate sui vari prodotti, i prezzi, le feature e le performance con una vasta gamma di titoli.

rx_5700

Allo show sono stati illustrati anche i processori high-end AMD Ryzen di terza generazione, e Lisa Su ha svelato tre nuovi modelli con relativo price target: Ryzen 7 3700X a $329, Ryzen 7 3800X a $399 e Ryzen 9 3900X a $499. Tutti e tre utilizzano i core Zen2, offrendo il doppio delle prestazioni nei calcoli in virgola mobile, il doppio della cache e un 15 percento in più nelle istruzioni per clock (IPC) rispetto all'architettura attuale. Sono state annunciate pure due CPU Ryzen 5 di fascia media. Potete consultare le differenze tra I vari modelli nella tabella sottostante.

Cores/Threads Base/Boost Clock TDP Prezzo
Ryzen 5 3600 6C/12T 3.6GHz/4.2GHz 65W $199
Ryzen 5 3600X 6C/12T 3.8GHz/4.4GHz 95W $249
Ryzen 7 3700X 8C/16T 3.9GHz/4.5GHz 65W $329
Ryzen 7 3800X 8C/16T 3.9GHz/4.5GHz 105W $399
Ryzen 9 3900X 12C/24T 3.8GHz/4.6GHz 105W $499

Il vantaggio del processo produttivo a 7nm e dei core Zen 2 permette ad AMD di posizionare i suoi nuovi chip sul mercato in modo aggressivo. Il CEO Lisa SU ha mostrato che il 3700X offriva lo stesso livello prestazionale dell'Intel Core i9 9900K in PUGB.

1

Il Ryzen 9 3900X, lasciato per il gran finale dell'evento, è un mostro a 12 core e 24 thread che verrà venduto a $499. I benchmark forniti da AMD hanno mostrato che il chip eclissa il Core i9 9920X del 14 percento in un render Blender. Il nuovo chip Ryzen 9 ha lo stesso numero di core e di thread del suo diretto rivale Intel, ma a detta di AMD è più performante e ha un TDP inferiore di 60W. Considerando che il 3900X funziona sulla ben più economica piattaforma AM4 e che il processore costa la metà di quello Intel, è un bel vantaggio. Ma potrebbero esserci anche delle novità in arrivo: il Ryzen R9 3900X utilizza una configurazione a doppio die a 8-core con un paio di core disabilitati su ogni die, quindi c'è la possibilità che AMD rilasci una versione da 16 core e 32 thread per il mercato consumer. Il rinomato cacciatore di leak Apisak ha già scovato le specifiche di un engineering sample per questo chip.

Tutti e cinque I processori annunciati da AMD saranno lanciati domenica 7 luglio, confermando il forte legame della compagnia con il numero 7.

mobo

AMD ha inoltre dedicato del tempo alla sua nuova piattaforma X570, che verrà supportata al lancio da ben 56 modelli diversi di schede madri. La feature più rilevante è il supporto allo standard PCIe 4.0 che garantisce un grosso aumento di banda, ma il chipset supporta anche fino a 40 linee PCIe, 12 porte USB da 10gbs e 14 porte SATA. Ma queste schede madri hanno anche un TDP maggiore e richiedono quindi un raffreddamento attivo, una caratteristica insolita. I nuovi processori Ryzen 3000 saranno supportati dalla maggior parte (se non tutte) delle schede madri AM4 già esistenti.

Verso la fine del keynote, AMD ha dato una dimostrazione della banda extra fornita dalle schede madri X570 dotate di standard PCIe 4.0, accoppiando Ryzen 7 3800X a una RX 5700 e confrontando il sistema a un altro spinto dalla coppia migliore disponibile Intel/Nvidia, ovvero il Core i9 9900K e la RTX 2080 Ti. Nella demo PCIe 4.0 di 3DMark, il Team Verde ha ottenuto solamente 14fps, mentre il Team Rosso ha raggiunto i 25fps. Siamo ansiosi di conoscere il reale guadagno nel gaming del mondo reale fornito dal PCIe 4.0, visto che non si sono riscontrati finora limiti imposti dal PCIe nel bandwidth delle GPU di fascia top.

Sarà interessante vedere le mosse di Intel e Nvidia per controbattere AMD, e sicuramente non ci sarà da aspettare a lungo, visto che le compagnie faranno i loro annunci al Computex, mentre AMD ci farà vedere di più all'E3 di Los Angeles.

Riguardo l'autore

Will Judd

Will Judd

Senior Staff Writer, Digital Foundry

A bizarre British-American hybrid, Will turns caffeine into technology articles through a little-known process called 'writing'. His favourite games are Counter-Strike, StarCraft and Fallout 2.