Valve ha rilasciato nei giorni scorsi la versione beta del servizio Steam Link sui dispositivi Android. In breve, si tratta di un'applicazione scaricabile gratuitamente che permette agli utenti di connettersi in remoto, tramite un qualsiasi sistema mobile, alla rete domestica per giocare ai giochi di Steam presenti sul proprio computer. I giochi vengono riprodotti in streaming mediante il router su smartphone e tablet o, in alternativa, su un ricevitore collegato ad una TV. È la naturale evoluzione del pre-esistente servizio di streaming per PC Windows e Mac, già noto per funzionare egregiamente, pertanto la domanda sorge spontanea: la nuova app riuscirà a reggere il confronto?

Tanto per cominciare, le impostazioni iniziali risultano estremamente semplici ed intuitive dal punto di vista del software ma, in qualche modo, possono creare qualche complicazione a livello hardware se desideriamo i risultati migliori. Steam Link e lo streaming casalingo di Valve richiedono un notevole quantitativo di banda per raggiungere una buona qualità delle immagini e il flusso di dati deve essere stabile ed affidabile. Per la migliore esperienza possibile, quindi, vi consigliamo di collegare il PC host al router principale tramite cavo Ethernet o, almeno, di connetterlo ad un ottimo powerline ad alta velocità se il router è troppo lontano. Detto questo, Valve raccomanda una connessione WiFi a 5GHz per il dispositivo ricevitore in modo da assicurare una velocità adeguata ad una fruizione di alto livello. Ancora meglio, se usate sistemi come Apple TV o streaming box Android collegati al televisore del salotto, vi raccomandiamo di usare i cavi anche in questo caso.

Impostare il software è molto semplice: basterà connettere il telefono o il tablet alla rete, lanciare Steam Link e il vostro PC da gaming dovrebbe essere rilevato automaticamente. Assicuratevi che il vostro dispositivo di input sia collegato correttamente (Valve ci ha fornito uno Steam Controller per la nostra prova), eseguite un test della connessione e la configurazione è completata. Dal punto di vista della sicurezza, non sarà necessario effettuare il login al vostro account Steam dal client mobile ma, invece, vi sarà fornito un PIN per accedere direttamente al vostro PC e all'intera libreria di giochi. L'interfaccia, da qui in poi, somiglia molto a quella della modalità Big Picture di Steam, con un supporto completo al touchscreen e ai controller: selezionate il titolo che desiderate giocare e siete pronti a cominciare.

handheld
Il PC gaming nel palmo della mano? È questo l'obiettivo di Steam Link, anche se la realtà è un po' meno pratica di come appare ed è necessario un controller per far funzionare il tutto.

Sono disponibili tre impostazioni della qualità delle immagini: fast, balanced e beautiful, con le ultime due che passano il test a pieni voti anche sugli schermi degli smartphone. Ad essere onesti, però, quando lanciate su uno schermo piatto a 55 pollici, le immagini mostrano più di qualche lacuna. Sui grandi display da salotto, quindi, i giochi con dettagli ad alta frequenza mostrano evidenti macroblocchi facendoli sembrare un po' ruvidi, anche settando la qualità su 'beautiful'. Sono disponibili alcune opzioni avanzate per migliorare leggermente la resa generale come il supporto all'encoding HEVC (se il vostro dispositivo lo supporta, naturalmente) e, inoltre, è possibile rimuovere completamente il limite di banda anche se, va detto, questo può causare piccoli problemi di latenza e richiedere qualcosa in più di una connessione WiFi. Il menu avanzato è abbastanza interessante, proprio come quello del servizio di streaming casalingo di Steam: avremo accesso ai grafici completi delle performance che ci mostreranno esattamente dove si verifica il lag nel processo di encoding, trasmissione e decoding.

Allo stato attuale, però, la situazione non è tutta rose e fiori. Il codice lanciato sullo store Android è ancora in beta perciò aspettatevi di incontrare qualche sporadico problema. Abbiamo testato l'app Steam Link su un Samsung Galaxy S8 e abbiamo notato un po' di stuttering, qualche occasionale distorsione dell'audio e alcuni problemi di compatibilità con i controller di Xbox One S collegati tramite Bluetooth che, tuttavia, potrebbero essere legati al modello del telefono poiché con il controller proprietario di Valve non abbiamo riscontrato incertezze di alcun tipo. Passare da Steam Link ad un'altra applicazione durante lo streaming (per controllare i messaggi, ecc..), ha anche causato qualche occasionale schermata nera che ci ha costretti a riavviarla completamente.

Abbiamo avvertito, inoltre, la sensazione generale che la connettività WiFi tramite l'S8 non fosse stabile e fluida come il servizio di streaming casalingo di Steam su Mac (e presumibilmente su PC), anche se li abbiamo testati entrambi a pochi metri di distanza dal router. Il router utilizzato per questa sessione di test è l'ottimo Asus RT-N66U, collegato direttamente via Ethernet, perciò le differenze di performance che abbiamo registrato ci sono sembrate strane e decisamente inaspettate.

Su Apple TV, Steam Link offre le stesse funzionalità dell'app per Android. Abbiamo testato sia le performance in WiFi 5GHz che quelle in Ethernet (col PC collegato direttamente al router) e ci siamo resi conto che il leggero stuttering rilevato durante le fasi di gameplay viene decisamente alleviato quando colleghiamo tutti i nostri dispositivi via cavo. Lo Steam Controller funziona perfettamente con il device tvOS, si collega come un qualsiasi dispositivo Bluetooth e lo potete addirittura utilizzare per navigare tra i menu dell'Apple TV. Il pad di Xbox One S, invece, non è conforme agli standard MFI di Apple, pertanto non viene nemmeno riconosciuto.

L'esperienza, in generale, ci è sembrata più fluida qui rispetto che sullo smartphone Android ma, a volte, lo Steam controller ha smesso di rispondere quando siamo tornati al menu di tvOS con il telecomando Apple. Tutto sommato, però, l'app funziona abbastanza bene con qualche piccola incertezza dovuta, sicuramente, al fatto che è ancora in versione beta. Le tre opzioni per la qualità delle immagini, ad esempio, producono risultati molto simili e nemmeno il menu delle impostazioni avanzate riesce a fare una grande differenza. L'applicazione, al momento, è in fase di revisione da parte di Apple e siamo fiduciosi che la situazione migliorerà prima della release finale.

Per concludere, l'arrivo di questa app può essere etichettata da qualcuno come il prossimo, naturale passo nell'evoluzione del client mobile di Steam ma la reale novità è il passaggio delle funzionalità di Steam Link dal discusso hardware proprietario di Valve a una moltitudine di dispositivi Android (con la versione per iOS/tvOS in attesa di revisione da parte di Apple). Si tratta, in fin dei conti, di offrire nuovi modi di giocare e non può che essere una cosa positiva. Fondamentalmente, comunque, la sensazione è che l'obiettivo principale siano i dispositivi di streaming collegati alle TV ma è ovvio che nessuno vi impedisca di usare lo Steam Link sul nostro smartphone per quanto non sia esattamente una soluzione pratica: avrete bisogno di reggere il vostro sistema mobile in qualche modo mentre le vostre mani sono occupate a tenere il controller. Un supporto rudimentale al touchscreen è incluso ma non è abbastanza per controllare un gioco al meglio.

Questa nuova app è sicuramente molto interessante e anche abbastanza flessibile. L'abbiamo provata giocando in locale, via smartphone, su Apple TV e sul Mac senza mai chiudere il gioco che girava sul sistema host. Il sistema di monitoraggio delle performance, inoltre, ci conferma che per l'encoding video viene utilizzata la scheda grafica del vostro PC pertanto non dovrebbero verificarsi sostanziali cali di performance o drenaggi delle risorse della CPU. Complessivamente siamo di fronte ad una gradita aggiunta alle funzionalità di Steam, sebbene il nostro test del sistema suggerisca che siano necessarie ulteriori prove per farlo funzionare senza problemi come l'eccellente soluzione casalinga standard di Valve.

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Altri articoli da Richard Leadbetter

Commenti (4)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti