Durante il suo Direct dedicato all'E3 2019, Nintendo ha annunciato che l'attesissimo Animal Crossing: New Horizons è stato rimandato al 2020, questo perché il team di sviluppo ha bisogno di altro tempo per fornire un prodotto che riesca soddisfare le aspettative dei fan.

Come riporta Nintendolife, questa spiegazione non ha convinto i fan e soprattutto i mercati, che hanno fatto chiudere Nintendo col 3.53% in meno rispetto al giorno precedente. Si tratta di duro colpo per la compagnia, che ha registrato la perdita 1 miliardo di dollari. Secondo alcuni rapporti è però probabile che anche la mancanza di altri annunci (come una risposta a Google Stadia e la presentazione di altri modelli di Switch) abbia contribuito a questa perdita considerevole.

nintendo_stock.original

Animal Crossing: New Horizons catapulterà i giocatori sull'isola deserta Nook Inc. Nel trailer mostrato durante l'evento, il nostro eroe sfreccia intorno a un'isola, raccogliendo materiali e creando una serie di strumenti che saranno utili all'interno del gioco. Il video infine termina mostrando un grande gruppo di quelli che sembrano essere personaggi di altri giocatori che si riuniscono tutti quanti. Visitare le città degli amici sarà una parte fondamentale anche su questo nuovo capitolo.

Animal Crossing: New Horizons sarà disponibile nel 2020 in esclusiva Nintendo Switch.

Cosa ne pensate di questo ritardo?

Riguardo l'autore

Andrea Di Carlo

Andrea Di Carlo

Redattore