EA stava pensando ad un gioco sui Simpson in stile Mario Party ma il progetto è stato cancellato

Il titolo era troppo ambizioso.

Durante la diretta live di E3 Coliseum, i due produttori della serie "I Simpson", Matt Selman e J. Stewart Burns hanno svelato che EA aveva in cantiere un progetto dedicato proprio ai personaggi dei cartoni animati.

Come riporta Gamespot, l'idea iniziale era quella di sviluppare un party game come appunto Mario Party. "Il mio gioco preferito su cui lavorare è stato il gioco di società dei Simpson che non è mai uscito e per cui siamo stati pagati", ha detto Selman ridendo. "All'epoca andava di moda Mario Party, con un sacco di mini-giochi...abbiamo discusso brevemente se volevamo salire su quel carrozzone".

Burns ha dichiarato che il progetto conteneva circa 20 giochi di società, ma EA in seguito ha deciso di non fare nulla poiché il gioco era troppo ambizioso.

"Sembrava che sarebbe stato un progetto della durata di 20 anni o più perché avremmo fatto un tipo di gioco all'anno", ha detto. "Non è stata la cosa preferita su cui lavorare, è stato grandioso quando abbiamo saputo che non stava andando avanti, ma è stata colpa nostra, non di EA".

L'ultimo videogioco sui Simpson è Tapped Out, un titolo per mobile che ancora oggi dalla sua uscita nel 2012 ha ancora un discreto successo. Il gioco continua a ricevere nuovi aggiornamenti, l'ultimo dei quali si chiama "Royale" e prende in giro appunto i giochi Battle Royale.

sim

Vi sarebbe piaciuto vedere un gioco dei Simpson in stile Mario Party? Fatecelo sapere nei commenti.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Sunset Overdrive è ufficialmente una IP di Sony

Il gioco fu lanciato come esclusiva Xbox One nel 2014.

Kickstarter nell'occhio del ciclone dopo il licenziamento di due organizzatori sindacali

Una ritorsione nei confronti del processo di sindacalizzazione?

Secondo le stime di un publisher le vendite dei titoli indie su Steam sono scese del 70% rispetto allo scorso anno

Ecco un'interessante analisi condotta da Mike Rose, director del publisher indie No More Robots.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza