Il CEO di Take-Two non vede l'utilitÓ di sindacati per gli sviluppatori

L'opinione di Strauss Zelnick.

Strauss Zelnick, CEO di 2K Games esprime la propria opinione sui sindacati nel mondo videoludico. Il tema Ŕ diventato particolarmente scottante proprio negli ultimi tempi in cui abbiamo potuto assistere a diverse ondate di licenziamenti.

Ebbene, come riporta VG247, il CEO di Take-Two ha dichiarato come, a suo vedere, la natura dell'industria videoludica non sia terreno fertile per una possibile nascita di sindacati: "Guarda, i sindacati tendono a svilupparsi quando i rapporti di lavoro sono inesistenti. E in genere i sindacati sono stati di grande aiuto quando c'era un numero di lavoratori maggiore di quanti fossero i posti di lavoro. E dove i posti di lavoro erano poco remunerativi. Abbiamo (nell'industria videoludica) meno lavoratori di quanti posti ci siano e sono lavori ben pagati".

"Al momento di fatto Take-Two ha 500 posizioni aperte. Ci sono 220.000 persone impiegate nel settore dei videogiochi negli Stati Uniti. In media guadagnano circa $ 100.000, forse di pi¨ all'anno. ╚ difficile immaginare cosa possa motivare i dipendenti a sindacalizzare ", ha aggiunto.

game_workers_unite_art_1

Detto questo, Zelnick si dice felice di "servire la legge" se i lavoratori di Take-Two volessero "sindacalizzare". "Se i nostri colleghi vogliono impegnarsi nella contrattazione collettiva, allora lo faremo."

Cosa pensate dell'opinione del CEO di Take-Two e del dibattito riguardante i sindacati nell'industria videoludica?

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Tim Willits abbandonerÓ id Software dopo 24 anni di carriera

Lo storico sviluppatore si prepara a lasciare l'azienda.

L'arrivo degli SSD su PS5 e Xbox Scarlett avrÓ un impatto maggiore negli open world

Un grande passo in avanti per uno dei generi pi¨ in voga.

PS5: puntare ai giocatori hardcore potrebbe essere un grosso problema per Sony?

Secondo gli analisti sarebbe un errore puntare su un "pubblico di nicchia".

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza