Il candidato alla presidenza USA, Bernie Sanders, propone sindacati nell'industria videoludica

Come evolverà l'industria del gaming?

Bernie Sanders, candidato 77enne alle presidenziali americane che si terranno l'anno prossimo sembra essere una persona decisamente aggiornata anche sul mondo videludico, sapendone riconoscere le importanti entrate finanziarie e la necessità di migliorare la situazione di un settore sempre più importante.

Negli Stati Uniti sono stati generati oltre 43 miliardi di dollari lo scorso anno in quest'industria, il che dovrebbe essere indicativo di quanto ormai sia un settore di rilievo. Ebbene, in un cinguettio, Bernie Sanders ha proposto la formazione di sindacati per gli sviluppatori dell'industria videoludica. Sanders si schiera dal lato dei democratici, e secondo la sua visione "I lavoratori responsabili di quel profitto meritano di negoziare un contratto collettivamente come parte di un sindacato".

A giudicare dalla pioggia di licenziamenti a cui stiamo assistendo in questi mesi, quello dei sindacati per gli sviluppatori è un argomento affrontato più volte e sempre più di attualità. Cosa ne pensate?

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Contenuti correlati o recenti

Ecco quanto costeranno i giochi su Google Stadia al momento del lancio

Scopriamo il prezzo dei titoli e gli sconti disponibili per giochi come Final Fantasy XV e Assassin's Creed Odyssey.

Nintendo Switch: al via questa settimana la promozione Cyber Offerte 2019 con sconti fino al 70% sull'eShop

Tra i giochi in offerta Super Mario Odyssey, The Legend of Zelda: Breath of the Wild e Cadence of Hyrule - Crypt of the NecroDancer Featuring The Legend of Zelda.

Google Stadia è un flop? Arrivano le prime recensioni della stampa internazionale

Ecco cosa pensano alcune testate della nuova piattaforma streaming.

"Non sacrificherò le performance di Xbox Scarlett per motivi di prezzo"

Per Phil Spencer il prezzo competitivo è importante, ma non sacrificherà tutto per averlo più basso.

Project xCloud: Microsoft non è per niente preoccupata da Google Stadia e dagli altri competitor

"Dovranno raggiungere una community e contenuti come i nostri" afferma Kareem Choudhry.

Articoli correlati...

ArticoloGoogle Stadia - prova

Connessione, risoluzione, FPS e input lag: tutto quello che c'è da sapere.

Hideo Kojima si confida: "ho perso mio padre quando ero molto giovane"

Un'inevitabile influenza nel suo modo di fare i giochi.

ArticoloIl dopo-Xbox è già ampiamente segnato - editoriale

Game Pass e xCloud: i due volti del futuro di Microsoft per andare oltre a Xbox.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza