Bethesda ha sempre creduto in Fallout 76 e non ha mai pensato di abbandonarlo

Parola di Pete Hines. 

Dall'uscita di Fallout 76 sono emerse molte voci circa la possibilità che Bethesda potesse renderlo un gioco gratuito o semplicemente chiuderlo per passare al prossimo progetto (Starfield e The Elder Scrolls VI).

Questo non è mai successo e non succederà ora che lo studio sembra aver messo il gioco sulla buona strada per essere un buon titolo di sopravvivenza con una storia avvincente / esperienza PvE in arrivo con l'aggiornamento Wastelands e persino una battle royale chiamata Nuclear Winter.

"Ci abbiamo creduto. Il fatto che non è andato come ci aspettavamo e ha avuto problemi che forse avremmo dovuto prevedere e che avremmo dovuto pianificare non significa che non credevamo in ciò che il gioco era e potrebbe diventare", ha dichiarato a GamesIndustry il VP of marketing di Bethesda, Pete Hines.

Fallout_76_nw

È interessante notare che gli sforzi per "aggiustare" il gioco sono stati almeno parzialmente fatti per mantenere la reputazione di Bethesda Game Studios, dato che il team è noto per un'esperienza di gioco coinvolgente e sarebbe stato semplicemente deludente sprecare tutto per un titolo online che non ha funzionato.

"BGS è un team che ha fatto molte cose di grande successo, è uno degli studi più rispettati e decorati al mondo, c'è motivo di orgoglio - non pensiamo mai 'Oh, questo è troppo difficile, facciamo qualcos'altro'. Non è così che pensiamo alle cose, come publisher o come studio", ha detto Hines.

Che ne pensate? State ancora giocando a Fallout 76? Avete letto la nostra recensione?

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza