Super Mario Maker 2 - recensione

Creiamo e giochiamo i livelli di Super Mario dei nostri sogni. Unico limite la fantasia.

Super Mario è arrivato nelle nostre case a metà degli anni '80 e da allora è diventato una delle icone più celebri e forti nel mondo dei videogiochi. L'idraulico italiano ha saltato migliaia di blocchi, fatto fuori milioni di funghi e si è introdotto in altrettante condutture, alla ricerca non di un guasto da riparare, ma della sua amata principessa Peach.

Nel corso di oltre 30 anni, Mario ha vissuto tante avventure e generazioni, con altrettanti videogiochi dedicati a lui, Luigi e tutti i suoi amici del Regno dei Funghi, passando per tutte le console Nintendo. Poi il balzo al 3D con Super Mario 64, tutt'ora uno dei giochi più acclamati di sempre. E siamo infine arrivati al sublime Odyssey su Switch. Ma Mario in 2D non è mai passato di moda. Piace ancora, piace sempre.

E così, oltre a nuovi titoli bidimensionali ammodernati come quelli della serie New Super Mario Bros, Nintendo ha avuto la bella idea di lanciare un gioco tanto semplice quanto brillante, con cui noi stessi potevamo creare i livelli di Super Mario con le nostre mani, Super Mario Maker. Dopo i primi episodi lanciati rispettivamente su Wii U e su 3DS, entrambi ottimi ma con fortune alterne, adesso arriva su Switch Super Mario Maker 2, quello che sulla carta è il miglior Mario Maker di sempre.

Come abbiamo detto nella nostra anteprima del gioco appena pochi giorni fa, il nuovo capitolo gode di una serie d'innumerevoli novità, sia per quanto riguarda l'editor che per quanto concerne le modalità di gioco. Ed in più, il nuovo titolo arriva su una console in salute, in ascesa e che piace tanto al pubblico, in primis per la sua versatilità. E allora le carte per fare il botto questo nuovo Mario Maker ce le ha tutte.

Uno dei limiti del primo capitolo per Wii U era la quasi assenza di una profonda modalità single-player offline, e Nintendo a questo giro ha rimediato inventandosi una modalità storia che è pure abbastanza longeva. Il castello di Peach è stato raso al suolo e noi abbiamo il compito di aiutare il capomastro Toadette nei lavori di ricostruzione. Per riuscire nell'impresa serve una quantità eccezionale di monete, che dovremo recuperare giocando dei livelli precostituiti. Si inizierà dalle fondamenta, per poi passare alle ali del castello, al primo, secondo piano e via dicendo. L'utente ha una certa libertà di scelta nell'ordine di ricostruzione ed anche nella selezione dei livelli da affrontare. Il completamento di ogni livello garantisce un bonus forfettario in monete variabile in base alla difficoltà, cui si aggiungono le monete extra raccolte durante le varie run.

Rispetto al capitolo per Wii U, ci sono quindi un bel po' di livelli pronti da giocare per chi non avesse voglia o tempo di cimentarsi in creazioni più o meno complesse con l'editor, o per chi non fosse abbonato al servizio Switch Online, che consente di accedere ai livelli della community e giocare a tutte le creazioni da tutto il mondo. Su questo fronte ci sono anche delle novità, visto che adesso i livelli creati dalla community si possono giocare quando si è online o scaricare e giocare quando si è sprovvisti di connessione, come sul bus, in auto, in aereo o nelle gite in montagna.

1
L'editor di livelli è ricco di nuovi elementi, tra cui spicca il nuovo stile Super Mario 3D World. Si può creare anche in due giocatori con una sola coppia di Joy-Con.

La modalità storia è certamente una bella aggiunta e gradita novità, ma la sua reale funziona è in realtà quella di addestrare l'utente a utilizzare con perizia il profondo, sfaccettato e più ricco che mai editor di livelli che (inutile girarci attorno) è il fulcro del gioco. Super Mario Maker 2 prende di netto l'editor di livelli dei due primi titoli della serie, li fonde e vi aggiunge una gran quantità di nuovi strumenti, temi e (forse cosa più importante) un nuovo intero stile, ovvero quello di Mario 3D World, che si va ad aggiungere a quelli già presenti precedentemente di Super Mario 1, 3, World e NSMB. In pratica avremo così cinque giochi di Mario (ognuno con livelli potenzialmente infiniti) in uno.

Con il nuovo stile avremo a disposizione gli elementi cardine del platform tridimensionale per Wii U, uno su tutti il costume di Mario Gatto, che ci permette di scalare le pareti, aggiungendo una nuova dimensione al modo di strutturare e quindi di giocare i percorsi custom. Ma le novità dell'editor sono davvero tante. Tra le più rilevanti, abbiamo i blocchi ON-OFF, il blocco serpentino, la gru oscillante, lo scorrimento verticale, in diagonale e a velocità variabili e angolazioni personalizzabili, i temi notturni, il sole malvagio e la luna (che ha un effetto uguale e contrario al sole), Banzai Bill, il Guscio di Tartosso, il Mulinello d'Aria, le discese, i nastri trasportatori obliqui, gli oggetti sospinti dai paracadute e tanti, tantissimi nuovi nemici come Boom Boom, il Pesce Magma o Poom Poom.

Le discese e le differenti opzioni di scorrimento sono sicuramente tra le più incisive ai fini della creazione di nuovi tipi di esperienze. Se nel primo Super Mario Maker i livelli hardcore vertevano maggiormente sull'affrontare intere armate dell'esercito Koopa o salti eccezionali in sequenza, adesso c'è molta più varietà. Se a questo aggiungiamo anche i livelli acquatici nei quali ora si può scegliere l'altezza dell'acqua la frequenza e velocità delle maree ed i livelli notturni, allora ce n'è per tutti i gusti. I temi notturni, infatti, hanno un forte impatto sulle meccaniche di gioco e sulle leggi del mondo di Mario. Ad esempio, i Goomba iniziano a volare, nei sotterranei tutto scorre sottosopra, gli specchi d'acqua delle foreste diventano velenosi e nei castelli tutto diventa buio. Tutto ciò è indicativo di come basta cambiare il tema da giorno a notte per rendere l'esperienza di un livello completamente differente con una singola opzione.

2
La modalità storia è fondamentale per imparare a utilizzare il profondo editor, ma è anche un'esperienza a sé stante, offrendo oltre 100 livelli molto vari creati da Nintendo!

Super Mario Maker 2 si rinnova anche nel comparto online e multiplayer. Ci sono tante nuove modalità di gioco sia in locale che online. A cominciare dall'editor, che adesso supporta due giocatori insieme anche con una sola coppia di Joy-Con. Ogni giocatore può agire sullo schermo indipendentemente e piazzare cubi, strumenti, nemici e quant'altro, una caratteristica importata da Super Mario Maker per 3DS. Sempre in locale, adesso se fino a quattro giocatori possiedono una console Nintendo Switch e una copia di Super Mario Maker 2 ciascuno, uno di loro può creare una stanza virtuale a cui gli altri utenti nelle vicinanze potranno accedere per giocare insieme, ognuno sulla sua console. La bella notizia è che solo il giocatore che crea la stanza ha bisogno di una connessione a internet.

Ma dove il gioco innova e si rinnova fronte multiplayer è l'online. Nella modalità Livelli dal Mondo avremo accesso a tutte le creazioni degli utenti connessi online. I livelli sono ordinati per tag, contesto, stile e c'è molta più facilità nel trovare il tipo di esperienza che più ci aggrada grazie a un sistema di ricerca più sfaccettato. Inoltre, è possibile lasciare like e dislike, e inserire commenti personalizzati con disegni. Super Mario Maker si apre anche al gioco competitivo e cooperativo. Nella Modalità Competizione gareggeremo contemporaneamente a un massimo di tre giocatori, con la vittoria riservata a chi arriva per primo al traguardo. Vittorie e sconfitte hanno un peso nel ranking del nostro account nella classifica mondiale. Questa è la modalità perfetta per chi ha la competizione nel sangue e vuole diventare tra i migliori giocatori del globo.

La modalità Cooperazione vede fino a quattro giocatori collaborare per il superamento del percorso. Qui è fondamentale trovare modi per aiutarsi e talvolta sacrificarsi per il raggiungimento del traguardo, visto che che se uno solo vince, tutti vincono. Abbiamo trovato questa modalità molto divertente, anche se nel periodo pre-lancio è stato complicato trovare partite tramite il matchmaking. Infine, per chi cerca sfide estreme, c'è la modalità online Sfida Infinita, che ci chiede di affrontare una serie senza fine di livelli proposti in sequenza cercando di superarne il maggior numero possibile senza morire. In pratica, una sorta di survival mode.

3
Quando creiamo i livelli, si può impostare una condizione necessaria oppure opzionale per arrivare al traguardo. Ciò aumenta la varietà ed il livello di sfida.

Dal punto di vista tecnico, Super Mario Maker 2 gira come un orologio svizzero su Switch. A prescindere dal tipo di stile, (classico o moderno) il gioco gira a 60fps inchiodati, a risoluzione nativa 720p su tablet e 1080p su TV. In modalità portatile la console non scalda quasi per niente anche dopo ore di utilizzo e la batteria ha superato senza problemi le 5 ore di gioco continuato. Qualcosa in meno se si gioca online. Per quanto riguarda invece il comparto sonoro, sono stati aggiunti all'editor tanti nuovi effetti sonori ed i fan storici saranno felici di sapere che ci sono nuove melodie realizzate dal compositore storico di Mario, Koji Rondo.

Insomma, siamo quindi di fronte al gioco di Super Mario 2D perfetto? Sembra proprio di sì, anche se c'è qualche piccola sbavatura. In Super Mario Maker 2 è impossibile (allo stato attuale) giocare online con amici. Il sistema di accoppiamento prevede infatti di poter giocare online solo con utenti casuali, mentre la possibilità di creare stanze è riservata al multiplayer locale. Una scelta incomprensibile che ha fatto sorgere polemiche. Fortunatamente, Nintendo si è dimostrata recettiva e ha promesso che tramite un aggiornamento successivo al lancio del gioco verrà introdotta la possibilità di scegliere con chi giocare anche online, soprattutto con la nostra lista amici.

Tirando dunque le somme, Super Mario Maker 2 ci ha letteralmente rapiti. Nintendo ha preso i primi due capitoli per Wii U e 3DS, ne ha fuso le parti migliori ed eliminato i difetti, inserendo al contempo una miriade di novità, sia per l'editor, che per il gioco single player che multiplayer offline e online. Siamo di fronte a un titolo che crea tanta assuefazione e non risulta mai ripetitivo. I livelli da realizzare sono limitati solo dalla nostra fantasia e capacità intellettiva, e potremo sempre contare su una serie praticamente illimitata di livelli creati dagli utenti online.

4
Nella modalità Competizione ogni scorrettezza è permessa! L'unico obiettivo è arrivare per primi al traguardo.

Tra record di tempo di completamento, modalità competitiva, leaderboard online e survival mode, il gioco si presta tantio agli utenti hardcore quanto ai casual, e potrebbe essere facilmente preso di mira dagli speedrunner. Se i precedenti titoli erano stati frenati dai limiti delle rispettive piattaforme, questo nuovo capitolo per Switch ha tutte le carte in regola per eccellere e proiettarsi nell'olimpo dei platform a scorrimento. Non possiamo quindi fare altro che consigliarne caldamente l'acquisto a ogni appassionato di platform, rompicapo e fan di Mario.

9 /10

Contenuti correlati o recenti

Spyro Reignited Trilogy - recensione

Il draghetto viola arriva pigramente su Switch.

Horace - recensione

Storia dell'androide che verrà.

Monster Boy and the Cursed Kingdom - recensione

Cambia il nome ma l'eredità è salva.

RaccomandatoMega Man 11 - recensione

Dopo 30 anni, Mega Man si rinnova rimanendo un grande classico.

Super Bomberman R - recensione

Il bombarolo torna con alcune aggiunte e una grafica potenziata.

Articoli correlati...

Commenti (10)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza