Vampire: The Masquerade - Bloodlines 2 punta a migliorare certi aspetti del gioco originale in un mix tra classico e moderno

Decisamente una buona notizia.

Quando viene annunciato il seguito o un reboot di un classico sono molti i fan che iniziano a temere il peggio, specialmente per la paura di ritrovarsi un titolo stravolto per andare incontro a quelli che sono i gusti del pubblico (o almeno la maggioranza di esso) odierno. Sembra che questo accadrà anche con Vampire: The Masquerade - Bloodlines 2 (ma solo in parte) che andrà però a migliorare alcune delle meccaniche più deboli del titolo originale senza stravolgerle.

Durante una recente intervista, il Lead UI/UX designer Rachel Leiker e Nikhat Ali (producer di Paradox) hanno parlato delle differenze tra i due titoli, per esempio alcune delle meccaniche legate al clan Malkavian presenti nel primo capitolo stonerebbero al giorno d'oggi, questo per dire che a parte dei miglioramenti tecnici, Bloodlines 2 punta a migliorare certi aspetti del gioco originale:

"Era decisamente un prodotto del suo tempo e naturalmente puntiamo a migliorarlo. Useremo l'Unreal Engine 4 ed abbiamo speso molto tempo nel cercare di far maturare i contenuti. Brian e Cara hanno fatto un eccellente lavoro nel portare meccaniche più moderne nel gioco. Come sapete i Malkavian sono stati annunciati come fazione giocabile, nel gioco originale erano molto complicati."

bloodlines_2_e3_screenshot_1.0

Vampire: The Masquerade - Bloodlines 2 sarà disponibile su PC, Xbox One e PS4 nel 2020. Cosa ne pensate?

FONTE: Gamingbolt

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

ArticoloCyberpunk 2077 - prova

Siete pronti, Samurai? Abbiamo una città da bruciare.

Baldur's Gate 3 su console? La porta rimane aperta

Il focus rimane sulle versioni PC e Stadia ma...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza