Il creative director di Watch Dogs Legion ci spiega perché si è deciso di rendere giocabili tutti gli NPC

Una naturale evoluzione del franchise, secondo Clint Hocking.

Il punto centrale di Watch Dogs Legion è che il titolo consentirà ai giocatori di reclutare e giocare come ogni singolo NPC, ognuno dei quali ha le proprie vite simulate, orari e storie di origine. Questo ha catturato l'attenzione dei fan e certamente è un'idea ambiziosa. Ma come (e perché) Ubisoft ha deciso di andare in questa direzione in questo nuovo capitolo della serie?

Recentemente Gamingbolt ha condotto un'intervista con il direttore creativo del gioco, Clint Hocking, al quale è stata posta proprio questa domanda. Secondo Hocking, l'idea di poter vivere intere vite simulate era il punto centrale della serie dal suo inizio: il focus era sull'essere in grado di hackerare le vite delle persone usando i loro dispositivi. Mentre il concetto di costruire il vostro DedSec è una sorta di evoluzione dai primi due Watch Dogs.

"Il concetto di gioco come innovazione è emerso in modo abbastanza naturale quando abbiamo iniziato a guardare i pilastri del franchise di Watch Dogs e l'evoluzione della serie", ha detto Hocking. "Una delle promesse originali del marchio era la capacità del giocatore di entrare nella vita di qualsiasi personaggio che vedevano nel mondo e saperne di più su di loro usando il Profiler. Per Watch Dogs Legion, abbiamo voluto mantenere la promessa del Profiler facendo in modo che tutti nel mondo vivessero vite completamente simulate. Allo stesso tempo, abbiamo anche osservato come il DedSec si è evoluto nel tempo; da un gruppo che lavora nell'ombra con Aiden nel gioco originale, a un collettivo di hacker nel sequel. Ci siamo chiesti se fosse possibile creare il tuo DedSec in modo sensato. L'idea che ogni personaggio potesse essere il tuo prossimo eroe giocabile aveva perfettamente senso."

watch_dogs_legion_image_3_768x432

L'abilità di essere in grado di giocare come ogni singolo NPC è qualcosa che promette di avere effetti di vasta portata anche su altri aspetti del gioco. Per esempio, l'intera sceneggiatura di Watch Dogs Legion dovrebbe avere venti diverse varianti. Nel frattempo, grazie alla meccanica di permadeath, ogni scena del gioco deve anche tenere conto di ogni singolo personaggio che può o non può essere in una determinata scena.

Che ne dite?

Watch Dogs Legion è in arrivo il 6 marzo 2020 per PS4, Xbox One, PC e Stadia.

Fonte: Gamingbolt.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

In Death Stranding viaggeremo attraverso varie aree degli USA

L' appuntamento con la Gamescom ha svelato ulteriori dettagli sulla nuova opera di Kojima.

Death Stranding: secondo Geoff Keighley il pubblico non è ancora pronto per le funzionalità online del gioco

Il giornalista e produttore crede che gli elementi online siano stati sottovalutati.

Articoli correlati...

Control si mostra in uno spettacolare trailer di lancio

Pronti ad entrare in un mondo misterioso ed ostile?

ArticoloControl - prova

Remedy stupisce con un potenziale gioiello.

Death Stranding non compare più come esclusiva PS4 sul sito ufficiale di Sony

L'attesissimo gioco di Kojima arriverà su altre piattaforme?

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza