Secondo Ubisoft questo è "il momento giusto per creare nuovi generi e nuove IP"

Lo afferma il direttore esecutivo di Ubisoft EMEA, Alain Corre.

In un'intervista con MCV, il direttore esecutivo di Ubisoft EMEA, Alain Corre, ha dichiarato che il publisher è fortemente interessato alle nuove tecnologie per le nuove piattaforme e alla creazione di nuovi franchise.

Vivendi, il colosso francese attivo nel campo dei media e delle comunicazioni, ha venduto le sue quote dell'editore all'inizio di quest'anno. In risposta, Corre ha affermato che la società ha ora l'indipendenza per cui si è battuta e che nuove aspirazioni creative sono all'orizzonte. "La libertà è fantastica", ha detto, "siamo una società indipendente, vogliamo rimanere indipendenti, questo è il modo migliore in cui possiamo crescere e lo abbiamo già dimostrato, molte volte, quindi siamo super felici di poter decidere del nostro futuro".

Il futuro di Ubisoft includerà i titoli attuali ed esplorerà nuove strade per potenziali nuove IP. "Apprezziamo i nostri fan che stanno seguendo i nostri marchi come Assassin's Creed o Ghost Recon, ma riteniamo che sia anche un buon momento per investire in nuove IP", ha spiegato Corre. "Ci sono molte nuove tecnologie che stanno arrivando; il PC si sta sviluppando rapidamente, ci sono nuove console in arrivo il prossimo anno, la tecnologia di streaming è qui, il cross-play è anche qualcosa che entusiasmerà i giocatori, quindi riteniamo che sia il momento giusto per creare nuovi generi e nuove IP per noi".

7eea851c_4268_46d3_87ce_7a7f321c5317_vlcsnap_2019_06_10_17h14m20s643.0

Per quanto riguarda i franchise ben conosciuti dai fan, le prossime importanti uscite di Ubisoft sono Watch Dogs Legion, Ghost Recon Breakpoint, Rainbow Six Quarantine, Gods & Monsters, The Settlers e Just Dance 2020.

Che ne pensate delle parole di Alain Corre?

Fonte: MCV - Videogamer.

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Kickstarter nell'occhio del ciclone dopo il licenziamento di due organizzatori sindacali

Una ritorsione nei confronti del processo di sindacalizzazione?

Secondo le stime di un publisher le vendite dei titoli indie su Steam sono scese del 70% rispetto allo scorso anno

Ecco un'interessante analisi condotta da Mike Rose, director del publisher indie No More Robots.

PS5 e Xbox Scarlett saranno "Always Online"?

Gli sviluppatori di NHL 20 la pensano così.

Commenti (2)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza