World of Warcraft Classic ha una marea di apparenti bug che in realtà non lo sono

L'originale MMORPG era molto diverso nel 2004.

World of Warcraft Classic riporta i giocatori nel passato, proprio come era stato progettato inizialmente il gioco nel 2004. Siccome molti giocatori hanno cominciato a giocare all'MMORPG quando le espansioni erano già presenti, Blizzard ha deciso di stilare un elenco di quelli che possono sembrare bug, ma in realtà non lo sono.

"La natura di World of Warcraft Classic a volte evoca diversi ricordi nei giocatori e ciò può portare ad idee sbagliate riguardo il funzionamento del gioco" hanno dichiarato gli sviluppatori attraverso un post sul forum ufficiale.

Un esempio di qualcosa che potrebbe sembrare un bug ma in realtà funziona come previsto è la mancanza dell'icona "!" sulla minimappa. Con l'arrivo delle espansioni le missioni venivano mostrate anche sulla piccola mappa in alto a destra, mentre nella versione Vanilla del gioco questa feature non esisteva. Stesso discorso per quanto riguarda gli obiettivi delle missioni ed i punti di interesse.

wow

Se siete curiosi di saperne di più, attraverso questo link potete dare uno sguardo alla lista completa di "non bug". Vi ricordiamo che World of Warcraft Classic è disponibile a partire da oggi esclusivamente su PC.

Fonte: Gamespot

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Cyberpunk 2077 non includerà alcuna fetch quest

Il senior quest designer Philip Weber parla della filosofia dello studio dietro la progettazione delle missioni secondarie.

In Cyberpunk 2077 i genitali saranno determinati dal tipo di corpo scelto

E gli altri personaggi si rivolgeranno a V chiamandolo per nome.

In Cyberpunk 2077 affronteremo 4 diverse tipologie di quest, ecco i dettagli

Ce ne parla il senior quest designer, Philipp Weber.

ArticoloGamescom 2019: Wasteland 3 - prova

Nel nevoso Colorado post-apocalittico di inXile Entertainment.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza