Le uscite del mese di settembre - articolo

Juventus contro Piemonte Calcio, Lancer carichi e pronti e il "Resident Evil italiano".

Tempo di salutare la Gamescom 2019 e tra pochi giorni anche l'ennesima estate. Tempo di guardare al periodo più caldo del mondo dei videogiochi e a un autunno videoludico che a meno di sorprese dovrebbe essere l'ultimo per questa generazione di console.

Il mese di settembre dà il via al periodo più denso di uscite in cui una marea di AAA sgomitano per trovare il proprio posto al sole magari cannibalizzando le vendite di un rivale storico o di un franchise che appartiene a una compagnia rivale. È il mese dell'eterna sfida calcistica che in questo caso si gioca tra FIFA 20 ed eFootball PES 2020 ma è anche il mese che segna il ritorno di due saghe molto apprezzate che si riaffacciano sul mercato con l'esclusiva Microsoft, Gears 5 e con l'ormai classica valanga di armi e azione fuori di testa di Borderlands 3.

A tutto questo si aggiungono le immancabili operazioni nostalgia capitanate dal notevole ritorno di The Legend of Zelda: Link's Awakening e la classica infornata di affascinanti indie tutti da scoprire dove spiccano il "Resident Evil italiano", Daymare: 1998 e lo spietato e stilisticamente splendido Blasphemous.

Preparate il portafoglio. Ne avrete bisogno.

3 settembre

Il mese si apre con il ritorno di un gioco che sotto molti aspetti è diventato una sorta di oggetto di culto. Catherine: Full Body è una versione ampliata e migliorata di un gioco che per quanto non fosse di certo un capolavoro su tutta la linea aveva incontrato i favori di molti con il suo particolare mix di elementi da visual novel e di puzzle game e con una trama contorta e misteriosa che univa situazioni al limite dell'osé al soprannaturale. Una seconda venuta che potete scoprire nella nostra recensione di Catherine: Full Body.

Una famiglia pronta a tutto per salvare il mondo dalla minaccia della Corruzione è la protagonista assoluta dell'interessante RPG narrativo Children of Morta. Un gioco dallo stile grafico davvero adorabile che ci permetterà di impersonare diversi membri di una famiglia di eroi dotati di abilità uniche. I Bergsons non hanno paura di nulla e le interazioni tra i vari membri della famiglia sono la vera ciliegina sulla torta di questo promettente indie.

Final Fantasy VIII Remastered è una versione rimasterizzata che include vari miglioramenti, tra cui delle opzioni aggiuntive per personalizzare l'esperienza di gioco e modificarne la difficoltà, come per esempio: battaglie facilitate (potenziamenti delle barre HP/ATB e delle tecniche speciali), modalità turbo (x3), niente incontri casuali, ottieni tutti gli oggetti e tutte le abilità, livello massimo dei G.F., dei guil e delle magie, ottieni tutte le tecniche speciali e tutte le carte. Sicuramente un classico da (ri)scoprire.

Spyro: Reignited Trilogy è il ritorno del draghetto più conosciuto del panorama videoludico con una collection che profuma di remake e che raccoglie al suo interno i tre primi storici capitoli: Spyro: The Dragon, Spyro 2: Gateway to Glimmer e Spyro: Year of the Dragon. Sicuramente un'operazione nostalgia che, dopo l'uscita su PS4 e Xbox One, ha le carte in regola per fare centro anche su PC e Switch. Ecco la nostra recensione di Spyro: Reignited Trilogy in versione PS4.

Diablo viene considerato da moltissimi come il re di un certo tipo di hack and slash e come quello che è sostanzialmente l'emblema di un intero genere ma negli anni i rivali di qualità non sono di certo mancato. Secondo molti Torchlight II era un gioco a tutti gli effetti superiore a Diablo 3 e a ben 7 anni dall'uscita su PC anche i possessori di PS4, Xbox One e Switch potranno scoprire il perché.

6 settembre

L'ibridazione è il pane quotidiano di una marea di progetti recenti e in questo particolare caso sembra di rivedere l'idea di Yoku's Island Express declinata in un genere differente: perché non prendere le meccaniche dei flipper e combinarle con un genere completamente diverso? Creature in the Well lo fa con gli hack and slash immergendoci in un misterioso mondo dai tratti post-apocalittici in cui uno sgangherato robot si risveglia nel deserto misteriosamente attratto da una caverna in cui una strana macchina sembra dormire sorvegliata da una creatura nascosta nelle tenebre. Un esperimento profondamente indie che potrebbe lasciare il segno.

Monster Hunter: World - Iceborne sviluppa sotto molti aspetti il gioco originale a partire da una nuova storia che riprende le fila della vicenda principale e conduce i cacciatori in una nuova regione chiamata Hoarfrost Reach. Il terreno innevato offre un ecosistema molto diverso da quello del gioco principale e si espande progressivamente con lo svilupparsi della storia. Iceborne introdurrà la regione più vasta mai vista prima d'ora nel gioco, offrendo ai cacciatori un enorme quantità di nuovi contenuti, con addirittura un numero maggiore di missioni rispetto al titolo originale. Quasi una sorta di sequel di un titolo che potete scoprire nella nostra recensione di Monster Hunter: World.

I fan della palla a spicchi conoscono e apprezzano ormai da anni il lavoro di 2K in questo particolare ambito e NBA 2K20 sembra essere esattamente ciò che i giocatori si aspetterebbero da una produzione di questo tipo, nel bene e nel male. Tantissimi miglioramenti in ogni aspetto della produzione, dal gameplay alla modalità Storia fino alla presenza di loot box e microtransazioni che dopo le critiche degli ultimi anni sembra destinata a far discutere ancora una volta. Speriamo che in ogni caso sia la qualità dell'esperienza a parlare.

10 settembre

Per la serie "indie brutali e dallo stile incredibile" eccoci alle prese con un progetto che ha ottenuto un buonissimo riscontro su Kickstarter e che a un livello di difficoltà piuttosto importante vuole associare uno stile visivo brutale e malato al punto giusto. In Blasphemous una terribile maledizione si è abbattuta sulla terra di Cvstodia e sui suoi abitanti, una maledizione conosciuta come Il Miracolo. Noi giocatori vestiremo i panni del Penitente, unico sopravvissuto al massacro del "Dolore Silenzioso". Intrappolati in un ciclo infinito di morte e rinascita spetterà a noi liberare il mondo da questo terribile destino e raggiungere l'origine del nostro tormento. Un universo di religione contorte che vuole essere profondo e sfaccettato.

Come da tradizione è il momento della battaglia tra i due titoli calcistici principi del panorama videoludico e sarà eFootball PES 2020 ad aprire le danze. Dopo alcuni anni in cui il gameplay tratteggiato da Konami sembra aver nuovamente sopravanzato in qualità quello di FIFA, il nuovo PES vuole dare battaglia alla concorrenza anche grazie a un atteggiamento aggressivo a livello di acquisizioni con quella esclusiva della Juventus che sicuramente spicca per noi italiani. Basterà per convincere a pieno i giocatori? Ingannate l'attesa per l'uscita con la prova di eFootball PES 2020.

Il comparto esclusive Microsoft si amplia con il nuovo capitolo di una IP iconica in ambito action e third person shooter. Stiamo ovviamente parlando di Gears 5, progetto sviluppato da The Coalition che vuole portare l'intero franchise a un livello superiore attraverso una campagna ancora più avvincente e caratterizzata da ambientazioni più aperte ed esplorabili e a un comparto multiplayer perfezionato in ogni propria modalità di gioco e ovviamente anche nell'iconica Orda. La protagonista Kait Diaz e i vari comprimari hanno tutte le carte in regola per colpire nel segno e ve lo dimostriamo nella prova di Gears 5.

Da ormai diversi anni il team di Spiders lancia nuovi RPG che propongono caratteristiche e setting sicuramente interessanti nonostante le evidenti limitazioni a livello di budget. Dopo il fantasy di Bound By Flame e l'anima sci-fi di The Technomancer, la software house francese ci riprova con Greedfall, un action-RPG che unisce elementi tipici del colonialismo con altri fantasy molto interessanti. Diplomazia, combattimento e una marea di scelte alla base di un gioco di ruolo che secondo molti addetti ai lavori potrebbe fare gola a coloro che amano i lavori della "vecchia" BioWare.

The Walking Dead: The Telltale Definitive Series contiene tutte le quattro stagioni della serie, insieme a The Walking Dead: Michonne e molti bonus digitali. La collezione assicura 50 ore di gioco attraverso 23 episodi unici, più di 10 ore di commentary degli sviluppatori, speciali "dietro le quinte" che comprendono concept e character art, un breve documentario "Return of The Walking Dead", fedeli ricostruzioni dei menù classici e un lettore musicale con più di 140 brani. Insomma, l'edizione definitiva per questa ottima serie della compianta Telltale Games.

13 settembre

A 5 anni dal lancio di Borderlands: The Pre-Sequel e ad addirittura 7 anni da quello di Borderlands 2 milioni di fan possono finalmente andare a caccia del loot dei loro sogni con un nuovissimo capitolo numerato della serie Gearbox Software. Borderlands 3 vuole essere una evoluzione su tutta la linea per questa apprezzatissima IP con ancora più armi, un gameplay sempre più sfaccettato e divertente e una narrazione ancora più curata. Anche la struttura stessa dell'avventura cambierà con la possibilità di esplorare diversi pianeti e di utilizzare una nave spaziale come hub e base operatva. Cacciatori della Cripta ingannate l'attesa per questa uscita con la nostra ultima prova di Borderlands 3.

Sono mesi davvero notevoli per i possessori di Nintendo Switch grazie a un buon numero di produzioni esclusive potenzialmente molto interessanti. In Daemon X Machina potrete scoprire un mondo di distruttiva frenesia metallica, uno sparatutto d'azione in cui i giocatori devono scendere sul campo di battaglia in tute meccanizzate mortali note come Arsenal per difendere il pianeta da robot corrotti controllati da un'intelligenza artificiale. Azione al cardiopalma e mech? Cosa si può volere di più dalla vita?

A volte ciò di cui si ha bisogno sono solo una manciata di parole gentili. È un'idea estremamente semplice e dolce quella alla base di un piccolo indie che a nostro parere merita una menzione nella marea di produzioni AAA più blasonate. Kind Words ci permetterà di scrivere delle lettere a varie persone e di riceverne altrettante nel comfort della cameretta del protagonista. I giocatori condividono in maniera anonima preoccupazioni e sofferenze attraverso dei brevi messaggi e possono ottenere in cambio delle lettere di supporto scritte da chiunque. Quasi un progetto terapeutico tutto da scoprire.

17 settembre

  • Daymare: 1998 (PC)
  • Devil's Hunt (PC)

Essere etichettato in più di un'occasione come il "Resident Evil italiano" è un grande onore ma anche un onere non da poco. Eppure Daymare: 1998 sembra avere le carte in regola per appassionare tutti coloro che sono alla ricerca di un survival horror in terza persona che guarda con decisione al passato e ai capolavori del genere degli anni 90'. Un incidente, una cittadina in cui la sopravvivenza sembra sempre più impossibile e tre personaggi giocabili alla ricerca della verità. In attesa dell'uscita non perdetevi la nostra prova di Daymare: 1998.

Si tratterà solo di un clone mal riuscito di Devil May Cry o di un progetto davvero degno di nota? Devil's Hunt ci immerge in un mondo in cui imperversa la battaglia tra angeli e demoni e in cui verremo letteralmente trasportati all'inferno. Vestiremo i panni di Desmond, un uomo dotato di poteri demoniaci che può decidere il destino del nostro mondo semplicemente scegliendo da che parte schierarsi all'interno di questo conflitto. Una scelta che in fin dei conti non sembra poi così scontata.

18 settembre

  • Football Drama (PC)

Stanchi del solito gioco sportivo o del classico gestionale calcistico? Allora Football Drama potrebbe rivelarsi una piccola sorpresa molto gradita. Open Lab Games unisce fasi da manageriale a una peculiare narrazione interattiva incentrata sulle disavventure dell'allenatore Rocco Galliano. A questi elementi si uniscono delle vere e proprie partite di calcio realizzate attraverso scontri a turni ed elementi da card game. Un'opera sicuramente curiosa che cerca anche di andare al di là del solo rettangolo di gioco. "Piccolo" dettaglio: è un gioco tutto italiano.

19 settembre

  • Overland (PC, PS4, Switch, Xbox One)
  • Police Stories (PC, PS4, Xbox One, Switch)

La strategia a turni incontra un'anima survival e un'avventura on the road all'interno di una versione post-apocalittica degli Stati Uniti tutta da scoprire. Overland ci chiederà di gestire un gruppo di sopravvissuti in un viaggio in cui la necessità di raccogliere risorse per sopravvivere cozzerà con pericolose creature pronte a farci la pelle e con situazioni davvero pericolose. Tra upgrade alla nostra auto, sopravvissuti da salvare o amici da abbandonare starà a noi giocatori scegliere quella che sarà la nostra personalissima storia in un setting davvero spietato.

Secondo titolo della giornata e secondo indie da non sottovalutare per la scelta di non appiattarsi sulla struttura degli action con visuale dall'alto alla Hotline Miami ma invece di puntare su una forte componente tattica. In Police Stories non dovremo scatenare una pioggia di piombo su ogni criminale che ci troveremo di fronte ma prendendo il controllo di due agenti (in solitaria o in co-op) avremo il compito di gestire al meglio delle nostre possibilità la liberazione di ostaggi, il disinnesco di bombe e altre emergenze questione di vita o di morte.

20 settembre

A patto di possedere PC, PS4 o Switch avrete anche voi la vostra sana dose giornaliera di Level-5 e Studio Ghibli grazie al ritorno di Ni No Kuni: La Minaccia della Strega Cinerea. L'RPG che aveva deliziato i possessori di PS3 con uno stile visivo artisticamente straordinario torna in una versione remastered su PC e PS4 e nella versione classica su Switch con tutta la magia di Lucciconio e compagni. Una favola d'altri tempi che potete riscoprire nella nostra recensione di Ni No Kuni: La Minaccia della Strega Cinerea in versione PS3.

Sarà anche "solo" un remake ma quella di cui vi parliamo in questo particolare caso è inevitabilmente una delle uscite più attese del mese e del periodo: signore e signori eccoci di fronte al grande ritorno di The Legend of Zelda: Link's Awakening. Link è naufragato su un'isola misteriosa abitata da strambe creature. Per fuggire, dovrà trovare degli strumenti magici e risvegliare il Pesce vento. I giocatori esploreranno un'isola di Koholint ricostruita fedelmente con un nuovo stile artistico e, nel corso delle loro avventure, dovranno esplorare numerosi labirinti, scoprire i segreti nascosti dell'isola e affrontare nemici della serie Super Mario, come Goomba, Categnacci e Piante Piranha. Un ritorno davvero riuscit? Tutti i dettagli nella nostra prova di The Legend of Zelda: Link's Awakening.

Se l'idea di un'avventura puzzle in prima persona con alcuni elementi che ricordano The Witness vi affascina abbiamo delle buonissime notizie per voi. In The Sojourn ci ritroviamo in una terra bellissima e pura, ma niente è come sembra. L'oscurità filtra attraverso ogni fessura e crea le fondamenta del mondo in cui viviamo. Per scoprire la verità dovremo aprire gli occhi all'oscurità e risolvere enigmi che ci faranno viaggiare tra realtà parallele.

Nel corso delle conferenze e degli eventi degli ultimi anni è spiccato come uno dei progetti più strambi del panorama indie e dopo tanti video sgangherati e apparentemente insensati potremo finalmente provarlo con mano. Untitled Goose Game risponde a una semplicissima domanda: cosa succede quando una meravigliosa mattinata in un piccolo paesino incontra un'orribile oca? Uno strano stealth sandbox in cui noi giocatori impersoneremo l'oca che farà di tutto per rendere impossibile la vita della piccola cittadina che ci ospita. Quasi dimenticavo: c'è un pulsante dedicato esclusivamente allo schiamazzo di quest'oca dispettosa. GOTY!

24 settembre

Dopo Lords of the Fallen e il primo The Surge, Deck 13 continua sulla strada dei souls-like con un sequel che nel corso delle varie prove con mano sembra aver delineato il classico bigger and better che potrebbe alzare l'asticella della qualità di questa IP. The Surge 2 continuerà a proporci il setting distopico e futuristico della prima iterazione ma lo farà all'interno di un'ambientazione molto più vasta e diversificata, Jericho City, sfruttando un sistema di combattimento molto più complesso, dinamico e sfaccettato. Cosa non cambia è il notevole livello di difficoltà dell'esperienza, in pieno stile souls. Per saperne di più ecco la nostra prova di The Surge 2.

26 settembre

Probabilmente in maniera piuttosto inaspettata i fan di Contra si trovano alle prese con un nuovo capitolo di questa storica serie, un nuovo capitolo che tra l'altro vuole proporre un gameplay molto diverso da quello classico. In Contra: Rogue Corps non aspettatevi una grafica 2D o il classico scorrimento laterale ma solamente l'azione al cardiopalma tipica della serie. In questo nuovo progetto il gameplay assume infatti l'aspetto di un run and gun in terza persona che incentiva parecchio la co-op. Un tentativo di rinnovare Contra che si rivelerà riuscito?

Tempo di un remaster pensato per Switch che potrebbe attirare tutti coloro che vorrebbero giocare a un action-adventure di qualità anche in assoluta mobilità. Darkisders II: Dethinitive Edition non ha assolutamente bisogno di presentazioni e in questo particolare caso si prepara al lancio su Switch per trasportare nel catalogo dell'ibrida di casa Nintendo l'avventura di Morte. Per riscoprire questo titolo date un'occhiata alla nostra recensione di Darksiders 2: Deathinitive Edition in versione PS4.

L'incontro tra lo sconfinato universo di H.P. Lovecraft e giochi di ruolo old school potrebbe darci più di una soddisfazione e i ragazzi di Cultic Games lo sanno eccome. Stygian: Reign of the Old Ones propone le tipiche atmosfere cupe e al limite della follia dello scrittore di Providence inserite in una struttura da gioco di ruolo con combattimenti a turni ed elementi da gestire come una sanità mentale in grado anche di influenzare i dialoghi e di garantire vantaggi e svantaggi tutti da scoprire.

27 settembre

Dopo diversi rinvii che hanno fatto preoccupare non poco tutti gli interessati al progetto, Code Vein è finalmente pronto al debutto e potrebbe rivelarsi una perla da non lasciarsi sfuggire per tutti coloro che sono rimasti affascinati dall'idea di un progetto che vuole essere una sorta di unione tra un Dark Souls in salsa anime e Devil May Cry. Per ogni dubbio vi rimandiamo alla nostra prova di Code Vein.

Dragon Quest XI S: Echi di un'Era perduta contiene tutti i contenuti del gioco originale ma la versione per Nintendo Switch include anche nuove storie per i personaggi, musiche orchestrali per le sezioni di avventura e per le battaglie, altri mostri da cavalcare, missioni secondarie ambientate nei mondi di Dragon Quest precedenti e la possibilità di passare dalla grafica HD a quella retro in stile 16 bit. Sono inclusi anche altri miglioramenti, tra cui la possibilità di velocizzare gli scontri e di scegliere tra il doppiaggio in giapponese e quello in inglese. Tutto questo partendo dall'ottima base che vi abbiamo presentato nella nostra recensione di Dragon Quest XI: Echi di un'Era perduta in versione PS4.

Chi sarà il re dei calcistici in questa nuova stagione? FIFA 20 affila gli artigli di fronte a una concorrenza sempre più agguerrita e lo fa come da tradizione partendo dai chiari punti di forza come la modalità Ultimate Team ma anche introducendo Volta, una modalità che vuole attirare tutti i fan di FIFA Street e che per certi versi potrebbe rivelarsi un vero e proprio gioco a parte incluso nel pacchetto preparato da EA. Trovate parecchi dettagli nella prova di FIFA 20.

Dopo Cuphead continua l'arrivo su Switch di piccole perle legate a Microsoft e in questo caso il prescelto è un metroidvania complesso e dalla difficoltà spesso importante ma allo stesso tempo geniale, splendido da vedere e sostanzialmente imperdibile per chi non l'avesse mai provato su PC e Switch. Stiamo ovviamente parlando del fantastico Ori and the Blind Forest: Definitive Edition, la storia di un giovane orfano destinato a un futuro eroico che ha incontrato i favori unanimi di critica e pubblico. Non ci credete? Date un'occhiata alla nostra recensione di Ori and the Blind Forest: Definitive Edition in versione Xbox One.

El Presidente è tornato ed è pronto a plasmare la nazione insulare di Tropico rivelandosi un temibile dittatore o un illuminato statista attraverso quattro epoche diverse, questa volta anche su console. Tra il multiplayer a 4 giocatori e la possibilità di gestire dei veri e propri arcipelaghi formati da più isole, Tropico 6 deve raccogliere la pesante eredità di un Tropico 5 che aveva raggiunto vette incredibili per la serie e in generale per l'intero genere dei gestionali. Scopritelo nella nostra recensione di Tropico 6 in versione PC.

TBA settembre

  • Doctor Who: The Edge of Time (PC, PS4)
  • WRC 8 (PC, PS4, Switch, Xbox One)

L'universo di Doctor Who non ha di certo bisogno di presentazioni e i fan della serie in possesso di un visore per la realtà virtuale per PC o PS4 non possono che attendere con impazienza il momento di unire le forze con l'iconico Dottore all'interno di Doctor Who: The Edge of Time. Un viaggio nell'universo pilotando TARDIS e tuffandoci nell'incredibilmente sfaccettato lore di questo franchise tra pianeti alieni, personaggi e storie indimenticabili.

WRC 8 punta a spingersi oltre quello che è stato WRC 7, specialmente per quanto riguarda le dinamiche di guida e la fisica dei veicoli. Il team di Kylotonn è sicuro della propria creatura e crede di essere riuscito migliorare ogni aspetto del gioco: grafica notevolmente superiore, tracciati più tecnici, pace note più chiare e una modalità carriera più ampia e sfaccettata.

Siamo arrivati alla fine del nostro classico appuntamento con le uscite del mese. C'è qualche titolo che acquisterete sicuramente? Alcuni giochi che vi suscitano ancora dei dubbi o altri per cui aspetterete un calo di prezzo o le prime recensioni? Fatecelo sapere nei commenti e, come sempre, ci rivediamo tra un mese con le uscite di ottobre.

Vai ai commenti (12)

Giochi trattati in questo articolo

FIFA 20

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Sunset Overdrive è ufficialmente una IP di Sony

Il gioco fu lanciato come esclusiva Xbox One nel 2014.

Kickstarter nell'occhio del ciclone dopo il licenziamento di due organizzatori sindacali

Una ritorsione nei confronti del processo di sindacalizzazione?

Secondo le stime di un publisher le vendite dei titoli indie su Steam sono scese del 70% rispetto allo scorso anno

Ecco un'interessante analisi condotta da Mike Rose, director del publisher indie No More Robots.

Commenti (12)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza