La crisi di GameStop continua con 180-200 negozi che saranno chiusi entro quest'anno

E' l'inizio della fine per la nota catena?

Durante il report finanziario del secondo trimestre di GameStop, la società ha annunciato che chiuderà tra 180 e 200 negozi "poco performanti" a livello globale tra oggi e la fine dell'anno.

In questa occasione il direttore finanziario di GameStop James Bell ha elogiato gli oltre 5700 negozi in tutto il mondo, affermando che il 95% di essi si è dimostrato redditizio. Tuttavia, la società sta iniziando a implementare un piano che porterà a ulteriori chiusure di negozi nei prossimi due anni.

"Anche se questa è una statistica impressionante, abbiamo una chiara opportunità per migliorare la nostra redditività complessiva de-densificando la nostra catena", ha detto. "Questo lavoro è ben avviato. Siamo in procinto di chiudere tra 180 e 200 negozi sottoperformanti a livello globale entro la fine di questo anno fiscale. E mentre queste chiusure offriranno più opportunità, prevediamo di chiudere un numero di negozi molto maggiore nei prossimi 12-24 mesi. "

gamestop_750x400_kxmB_U3060639393624fXH_1224x916_Corriere_Web_Sezioni_593x443

Tutto questo fa parte del piano "reboot" di GameStop, che è stato uno dei punti focali del suo report sugli utili del secondo trimestre (in cui ha registrato una perdita netta di $ 415 milioni) mentre la società fatica a recuperare slancio dopo un anno difficile di perdite finanziarie. Come parte dello stesso piano, 50 dipendenti hanno perso il lavoro all'inizio di agosto e altri 120 sono stati licenziati alla fine del mese, tra cui sette membri dello staff di Game Informer. La società ha anche recentemente annunciato diversi nuovi piani per i negozi focalizzati su eSport e retro-gaming.

Nonostante tutti questi cambiamenti, GameStop probabilmente non vedrà aumentare i profitti per qualche tempo a venire, questo a causa della fine dell'attuale generazione di console, secondo Bell.

"Prevediamo che le nostre vendite anno su anno diminuiranno nei prossimi tre o quattro trimestri, riflettendo la fine del ciclo [delle console]", ha affermato. "Ad aggravare questo impatto negativo sulle vendite è il fatto che i produttori di console hanno confermato il lancio prima di quanto non abbiano fatto in passato. Prevediamo che ciò porterà a una lista dei titoli molto più leggera per il resto del 2019 e l'inizio del 2020".

Che ne pensate?

Fonte: Gamesindustry.biz.

Vai ai commenti (11)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Per il lancio di PS5 Sony sta ascoltando il feedback dei fan su PS4

Un sondaggio sulle esperienze dei giocatori negli ultimi 6 anni.

Xbox Scarlett: Microsoft non teme PS5, parola di Aaron Greenberg

"Siamo più ossessionati dagli utenti che dalla concorrenza".

Phil Spencer: "i videogiochi hanno il potere di creare un legame di empatia tra le persone"

"Hanno l'abilità unica di mettere insieme le persone e l'industria ha il compito di sviluppare questa caratteristica".

Il politico statunitense Andrew Yang vuole regolamentare l'utilizzo delle loot box nei videogiochi

Il candidato alle primarie democratiche vuole più trasparenza da parte dei publisher.

Articoli correlati...

Commenti (11)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza