Secondo le stime di un publisher le vendite dei titoli indie su Steam sono scese del 70% rispetto allo scorso anno

Ecco un'interessante analisi condotta da Mike Rose, director del publisher indie No More Robots.

Secondo una nuova analisi, l'ambiente su Steam per gli sviluppatori indipendenti è diventato molto più competitivo nell'ultimo anno, rendendo ancora più difficile fare soldi.

Mike Rose, direttore della casa editrice indipendente No More Robots (Nowhere Prophet), ha messo insieme alcune stime basate sui loro anni di esperienza e sui dati di Steam. L'obiettivo è scoprire quanti soldi guadagna un'uscita indipendente nel 2019 rispetto agli anni precedenti

Rose stima che tra il 5 luglio e il 6 agosto siano stati pubblicati circa 900 giochi, ma non tutti questi giochi vengono presi in considerazione nell'analisi svolta. Innanzitutto, il documento elimina i giochi AAA e i giochi con meno di dieci recensioni degli utenti di Steam.

Dopo un'ulteriore scrematura, rimangono circa 170 giochi, secondo le stime di Rose. Di questo gruppo, un gioco campione ha venduto 1.500 copie quest'anno, contro le 5.000 di un anno fa. Di conseguenza, le entrate sono scese da $ 30.000 a $ 16.000. Anche il prezzo medio di questi giochi è sceso a $ 10 da $ 12.

Un altro punto che Rose sottolinea nel suo report è che i prezzi dei giochi dettano quanti soldi si fanno, ma i prezzi dei giochi più economici non generano effettivamente più entrate.

Il report ha rilevato che i giochi al prezzo di $ 10 o meno hanno venduto 1.000 copie nel loro primo anno, contro le 2.500 copie piazzate dai giochi a $ 16-20 giochi e le 5.000 copie dei giochi a $ 21 o più.

In finale, secondo Rose, "i giochi pubblicati nel 2019, stanno facendo circa la metà dei soldi dei giochi pubblicati nel 2018".

Naturalmente, ci sono diversi fattori che hanno causato questo, tra cui il netto aumento della concorrenza - grazie a un numero sempre crescente di uscite su Steam ogni mese, la prevalenza di giochi gratuiti e servizi di abbonamento - che possono a loro volta svalutare altri titoli sempre di più.

È una situazione che sicuramente fa riflettere e, probabilmente, questo è uno dei motivi per cui gli sviluppatori più piccoli sono felici di unirsi a Epic Games e rendere i loro giochi esclusivi per Epic Store.

Che ne pensate?

Fonte: VG247.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloOri and the Will of the Wisps è un metroidvania tripla A - anteprima

Un grande passo avanti (a firma Xbox) per Moon Studio.

EA ha bannato uno YouTuber da tutti i suoi giochi e servizi online

Si tratta del pro player di FIFA Kurt 'Kurt0411' Fenech.

The Grudge - recensione

La maledizione è come un virus.

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza