CD Projekt RED torna a spiegare perché Cyberpunk 2077 avrà una prospettiva in prima persona

Si scopre che alcuni fan sono rimasti delusi da questa scelta.

Dopo l'uscita di The Witcher 3, tutta l'attenzione di CD Projekt RED si è spostata su Cyberpunk 2077. Questa è un'altra esperienza di gioco di ruolo open-world per i giocatori, ma ambientata in un lontano futuro e mentre ci sono un sacco di fan desiderosi di mettere le mani su una copia dell'attesissimo titolo, si scopre che alcuni giocatori in realtà sono rimasti delusi per la prospettiva in prima persona decisa dagli sviluppatori.

Tuttavia, la scelta di CD Projekt Red per questa prospettiva è stata molto precisa, come ribadisce il level designer Max Pears in un'intervista con VGC. Già in precedenza CDPR presentò la sua decisione come la migliore per questo gioco.

Max Pears ha affermato che lo studio di sviluppo non ha semplicemente scelto la visuale senza pensieri e discussioni. La prospettiva in prima persona è stata scelta per far sentire i giocatori totalmente immersi nel gioco. Lo sviluppatore ha usato come esempio la demo mostrata in precedenza, dove il protagonista ha una pistola puntata alla testa: secondo Pears il livello di immersione con una terza persona sarebbe stato completamente diverso.

Lo studio, in definitiva, ha lo scopo di far sentire i giocatori come se fossero i protagonisti e non solo come coloro che controllano un personaggio sullo schermo.

E voi che ne pensate di questa decisione?

Cyberpunk 2077 arriverà 16 aprile 2020 per PS4, Xbox One e PC.

Fonte: Gameranx - VGC.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza