Hideo Kojima a tutto Death Stranding tra i paragoni con Metal Gear Solid e la libertà assoluta dei giocatori

Considerazioni imperdibili su storia e gameplay.

Il Tokyo Game Show 2019 ci ha regalato uno sguardo estremamente approfondito al mondo di Death Stranding e la possibilità di comprendere finalmente diversi aspetti dell'esperienza di gioco della nuova opera di Hideo Kojima.

I video gameplay mostrati in occasione dell'evento in terra nipponica hanno comunque lasciato i fan con diverse curiosità e diverse domande sulla trama, sul gameplay e sul mondo di gioco dell'esclusiva PS4. Kojima stesso si è affidato a Twitter per cercare di trasmettere qualche dettaglio molto interessante su diversi aspetti dell'opera.

Si parte dalla trama e da un paragone da non sottovalutare con Metal Gear Solid.

"Ho introdotto le meccaniche del gameplay al TGS, tuttavia la storia di Death Stranding e il mondo di gioco stesso è serio e dai toni oscuri con una storyline toccante in linea con i miei altri titoli come Metal Gear Solid".

Si passa poi al gameplay e alla libertà di approccio alle diverse situazioni che il buon Sam Bridges si troverà di fronte: "Death Stranding è un titolo in cui mentre si gioca ci si sente piuttosto soli. La natura ti circonda ed è estremamente bella ma anche incredibilmente dura. La mansione delle consegne crea inevitabile tensione e le BT sono così oscure e spaventose da aumentare il livello di stress. Ecco perché fasi come la stanza privata sono necessarie".

Interessante anche il commento sulla libertà di approccio al mondo di gioco e ai diversi "ostacoli" che ci si pareranno di fronte.

"Diciamo che le BT sono vicine. Se siete sicuri di voi potete attraversare la zona senza combattere o combattendo imbracciando le vostre armi. Nel caso in cui non vogliate rischiare allora potete scegliere un'esplorazione più complicata attraverso le montagne ma in quel caso avrete necessariamente bisogno di un equipaggiamento per le arrampicate decisamente migliore. Ci sono scelte di questo tipo, un nuovo gioco open world".

Un altro interessante tuffo nell'affascinante mondo di Death Stranding. Dopo il Tokyo Game Show 2019 cosa pensate del gioco realizzato da Kojima?

Vai ai commenti (12)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (12)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza