Nvidia GeForce GTX 1050 3GB: la miglior scheda grafica a prezzo budget? - recensione

Un design basilare ma con performance sorprendentemente buone.

Lanciata sul mercato di recente, la GeForce GTX 1050 3GB è stata accolta con un certo sconcerto e scetticismo da parte della stampa specializzata in hardware per PC ma, scegliendo il giusto modello, come per esempio quello di Gigabyte che analizzeremo in questo articolo, avrete la migliore GPU entry-level che potreste desiderare. Allo stato attuale, infatti, la nostra critica principale alla GTX 1050 standard è rivolta alla sua memoria per il framebuffer di soli 2GB, decisamente insufficiente per riprodurre texture di qualità simile a quanto visto su console per la maggior parte dei giochi. I modelli migliorati che tratteremo in questa review, invece, sono dotati di una potenza di calcolo superiore e di un cruciale giga di RAM extra ma hanno un piccolo difetto: la larghezza di banda della memoria cala significativamente subendo una penalità in termini di performance con alcuni giochi.

Si tratta di una situazione curiosa ma, in breve, il processore GP107 usato per la 1050 e la 1050Ti è equipaggiato con un'interfaccia di memoria a 128 bit, ottima per le VRAM da 2GB e 4GB ma incompatibile con il setup da 3GB. L'unico modo in cui Nvidia poteva creare questo nuovo modello era riducendo l'interfaccia di memoria fino a 96 bit con un sostanziale 25% in meno in termini di larghezza di banda della memoria (i 112GB/s diventano 84GB/s). Di conseguenza anche la quantità di ROP compie un passo indietro passando da 32 a 24. Sulla carta sembrerebbe davvero un problema notevole, specialmente considerando che le GPU entry level hanno bisogno di tutta la larghezza di banda della memoria possibile.

La soluzione adottata da Nvidia per far fronte a questo problema di performance potenzialmente catastrofico? La GTX 1050 3GB viene fornita di tutti i core CUDA tipici della GTX 1050Ti, ben 768 contro i 640 presenti sulla versione da 2GB della stessa scheda. Questo elemento, unito ad un clock a più alta frequenza, significa che Nvidia tenta di mitigare i problemi di larghezza di banda forzando il raggiungimento di prestazioni più elevate tramite il puro calcolo. Quasi inevitabilmente, dunque, il frame-rate dei giochi, in relazione alle altre schede dotate di GP107, dipende da quanto essi si basino sulla potenza di calcolo o sulla larghezza di banda della memoria.

pic
La Gigabyte GTX 1050 3GB è una scheda di dimensioni ridotte con un design dual-slot che risulta molto silenziosa quando è all'opera e non richiede alimentazione PCI Express.
Schede GP107 Core della GPU Frequenza di Clock TFLOPS Memoria Larghezza di banda della memoria
GTX 1050 2GB 640 1455MHz 1.8 2GB GDDR5 112GB/s
GTX 1050 3GB 768 1518MHz 2.3 3GB GDDR5 84GB/s
GTX 1050 Ti 768 1392MHz 2.1 4GB GDDR5 112GB/s
  • N.B.: Le frequenze di clock ufficiali riportate in questa tabella non riflettono fedelmente le performance reali. Tutti i prodotti dotati basati su GP107 sembrano operare tra i 1700MHz e i 1785MHz, a seconda del carico.

Prima di parlare direttamente delle performance di giochi, vogliamo sottolineare che siamo davvero colpiti dalla versione di Gigabyte della scheda presa in esame in questo articolo. È una versione più corposa e solida di una vecchia GT 1030, ha una frequenza di clock massima di circa 1785MHz, non richiede un'alimentazione PCI Express ed è dotata di una porta DVI, una DisplayPort e due HDMI (alcuni potrebbero obiettare che ci sono anche troppi output per il tipo di scheda). Quando è all'opera è quasi completamente slenziosa ed è così piccola che può essere montata anche sui PC compatti. GTX 1050 3GB, inoltre, è una scheda Pascal, il che significa che è dotata di un ottimo blocco di codifica e decodifica dei media, al punto da svolgere bene le operazioni HTPC..

ports
Dual-link DVI, DisplayPort e doppia HDMI: una varietà di output sorprendente per una scheda budget.

Per quanto ci piaccia, però, è bene evidenziare che la scheda ha dei limiti. Non pensate di poterla overclockare molto per migliorare le performance. La mancanza dell'alimentazione PCI Express, infatti, significa che, per quanto possiate overclockare i core, il clock della GPU non fornirà grossi incrementi in termini di frame-rate in game. Inoltre, per quella che crediamo sia la prima volta, MSI Afterburner non ci ha permesso nel modo più assoluto di overclockare la memoria GDDR5 (il programma visualizzava una schermata bianca e tornava al desktop dopo una pausa leggermente preoccupante).

In breve, quello che vedete è quello che avrete se deciderete di acquistare questa scheda: non ci sono modi significativi per migliorare le performance o mitigare il problema della scarsa larghezza di banda della memoria. La situazione potrebbe variare leggermente in base al modello di GTX 1050 3GB che potreste acquistare ma, badate bene, la scelta può essere davvero difficile.

La scelta del modello, infatti, è molto importante. Non molti modelli da 3GB della GTX 1050 hanno raggiunto il mercato, al momento, e quelli che ce l'hanno fatta hanno un prezzo troppo vicino alle pre-esistenti (e indubbiamente superiori) GTX 1050Ti. Il modello di Gigabyte che abbiamo scelto costa intorno a i 160€, poco più del modello da 2GB prodotto dalla stessa azienda. La sensazione è che questo nuovo prodotto rimpiazzerà quello precedente, nel corso del tempo poiché al netto di alcuni piccoli problemi di performance in alcuni titoli, si tratta di un prodotto decisamente migliore.

Con questo in mente, proviamo alcuni giochi per vedere come si comporta questa insolita configurazione di Nvidia. I livelli di computazione della GTX 1050 Ti riusciranno a fornire performance decenti anche con una larghezza di banda della memoria di soli 84 GB/s? Stiamo per scoprirlo.

Le analisi dell'Nvidia GeForce GTX 1050 3GB:

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Contenuti correlati o recenti

God Eater 3 - recensione

La caccia agli Aragami è di nuovo portatile!

Crawl - Intrappolati - recensione

Un feroce assedio, elementare e godibile

I social direttamente collegati a un aumento della depressione tra i giovani, diversamente dai videogiochi

Ecco i risultati di un nuovo studio condotto dai ricercatori del Sainte-Justine Hospital di Montreal.

Articoli correlati...

Rainbow Six Quarantine uscirà nel 2020

Condivise interessanti novità per gli appassionati del franchise.

Plants vs. Zombies 3 esiste attualmente in una versione pre-alpha

Solo un ristretto gruppo di persone può giocarlo.

Final Fantasy 12 The Zodiac Age: gli sviluppatori svelano alcuni succosi dettagli

Un interessante filmato ci racconta lo sviluppo di uno dei capitoli più amati della serie.

Sony terrà una conferenza al ChinaJoy 2019

Una presenza tutta da scoprire dopo l'assenza all'E3 2019.

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza