Bookbound Brigade - prova

Un metroidvania con protagonisti carismatici personaggi storici alla ricerca della memoria perduta.

Alla Milan Games Week 2019 abbiamo avuto occasione di provare BookBound Brigade, interessante titolo dello sviluppatore italiano Digital Tales. Il gioco è in sviluppo per Nintendo Switch, PS4 e PC, e noi abbiamo testato la versione Nintendo di questo metroidvania che si preannuncia davvero particolare.

Particolare perché invece dei classici titoli con ambientazioni medievali, fantastiche o futuristiche nei quali cambiano le vesti ma quasi mai la sostanza, in BookBound Brigade l'idea di base è davvero originale. Vestiremo i panni di un'allegra brigata confinata nei libri (come dice il titolo stesso) di eroi mitologici e personaggi storici alla ricerca delle loro memorie perdute. Il libro dei libri è infatti andato smarrito, e la nostra armata deve affrontare NPC (anch'essi famosi e che sono stati affrontati in passato dai nostri eroi, come Giovanna d'Arco e altri) per recuperare le pagine del libro e così anche la loro stessa coscienza storica.

La particolarità del gameplay è che tutti e quanti gli eroi si muovono come un unico blocco: camminano, saltano e combattono tutti insieme. Blocco che può assumere diverse formazioni, ad esempio in fila indiana, uno sopra all'altro o a ruota. Ogni formazione ha le sue particolari capacità ed è più o meno indicata a eseguire certe azioni. Ad esempio la formazione a torre può arrivare a colpire oggetti posti molto in alto ed è più precisa nei salti su piattaforme ristrette, ma ha una capacità di salto in lungo minore ed è più lenta nei movimenti; la formazione in fila indiana è invece capace di gestire meglio i salti problematici ed è valida nei combattimenti. Inoltre, ogni personaggio del gruppo ha le sue skill uniche e distintive.

Inizialmente avremo accesso a un solo tipo di formazione, ma via via che si andrà avanti nel gioco se ne sbloccheranno delle altre e ognuna di queste darà accesso a nuove aree e nuovi modi di affrontare gli ostacoli. Le formazioni si possono cambiare al volo tramite combinazioni di tasti. Oltre alla nuove formazioni, si possono sbloccare nuove abilità (come ad esempio il doppio salto) trovando gli NPC, e anche queste daranno nuove possibilità di gameplay e daranno anche il via al backtracking.

La difficoltà è incrementale: all'inizio è molto morbida, i nemici facili da battere e gli enigmi ambientali facili da risolvere, ma andando avanti le cose si complicano e serviranno una buona dose di destrezza, abilità e ingegno per proseguire nell'avventura. Ci sono cinque mondi tematici ed il lead designer stima una durata di circa 25 ore per un giocatore navigato nel genere. Se poi ci si vuole dedicare ai collezionabili (nella forma di pagine dei libri ed altri oggetti), allora la longevità aumenta parecchio.

1
Le varie formazioni permettono di superare più o meno agevolmente le sezioni di platforming.

Lo stile grafico è veramente ben riuscito: buffo, coi personaggi superdeformed e goffi nei movimenti, ispirato, grazie a un art design davvero niente male, e profondo grazie all'uso di tecniche di overlay e sfondi mobili che restituiscono il feeling tridimensionale a un gioco che di fatto è in 2D, il tutto disegnato a mano in maniera splendida. Anche la colonna sonora ci è piaciuta da quel poco che abbiamo potuto ascoltare.

BookBound Brigade è un progetto curato, e si vede. Il gioco ha una narrazione molto ricercata, con un umorismo spiccato (specialmente se lo giocate in inglese) ed è stato tradotto in tantissime lingue. Alla sceneggiatura ha contribuito la stessa mano che ha firmato i testi di LittleBigPlanet. Gli artisti hanno studiato bene la storia dei vari personaggi e si vede, con animazioni caratteristiche e personalizzate per ogni eroe della brigata. Tutto gira attorno ai personaggi le cui storie sono narrate sui libri e quindi tutto è legato a doppio filo coi libri. Anche la storia stessa viene narrata tramite delle pagine.

BookBound Brigate è in sviluppo per PC, PS4 e Switch. Si tratta di un metroidvania che vuole rendere omaggio al genere ma facendolo con un approccio originale, interessante e molto ricercato. Sicuramente non banale. La sua finestra di uscita è attualmente fissata per la fine dell'anno e siamo ansiosi di provare una build più matura prima del lancio.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Marco Procida

Marco Procida

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Bloodborne 2? Hidetaka Miyazaki dice la sua sul sequel estremamente atteso

Alla scoperta della nascita del primo capitolo e delle sue influenze.

The Walking Dead: Saints & Sinners unisce zombie e realtà virtuale

Dettagli e data di uscita di un progetto da tenere d'occhio.

Code Vein - recensione

Il Dark Souls in salsa anime è servito... e vi stupirà!

Code Vein vuole il vostro sangue per una copia gratuita del gioco

Bandai Namco con una bella e simpatica iniziativa.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza