Death Stranding: Sam Bridges si comporterà come la sua controparte reale Norman Reedus

Tutto quanto è interconnesso.

In Death Stranding impersonerete Sam Bridges: il vostro lavoro sarà, tra le altre cose, di consegnare merci in un mondo in rovina. Tuttavia sembra che Hideo Kojima voglia che i giocatori si relazionino non solo con il protagonista, ma anche con chi lo impersona, Norman Reedus.

Durante un'intervista Reedus ha svelato che Hideo Kojima gli ha suggerito di inserire alcuni "easter egg" che rimandano all'attore nel gioco. Insomma, Sam si comporterà proprio come farebbe l'attore nella vita reale. "Ogni volta che facevo qualcosa, dal grattarmi alla testa, allo sbadigliare, Kojima continuava a dirmi di farlo di nuovo" ha dichiarato.

Molti dei gesti che farà Sam quindi non saranno artificiosi o innaturali, ma saranno basati su quelli spontanei dell'attore. I fan dell'attore che acquisteranno il gioco quindi potrebbero riconoscere i suoi modi di fare.

Vi ricordiamo che Death Stranding sarà disponibile a partire dall'8 novembre in esclusiva su PlayStation 4. Oltre a Norman Reedus sarà presente un altro attore, Mads Mikkelsen, che parlando del gioco ha dichiarato: "la grafica ed il gameplay sono strabilianti".

Fonte: Push Square

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

The Last of Us ha venduto oltre 20 milioni di copie su PS4 e PS3

Nuovo traguardo per il gioco di Naughty Dog.

In Death Stranding la vita o la morte degli NPC dipenderà dalle scelte del giocatore

Hideo Kojima: "vogliamo davvero svelare il significato della connessione tra le persone. Come si forma, come si sviluppa".

Commenti (2)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza