Con The Last of Us Part II Naughty Dog sta ottenendo il massimo dall'hardware PS4

Neil Druckmann parla della parte grafica del gioco.

I giochi di Naughty Dog non mancano mai di impressionare non solo dal punto di vista narrativo ma anche tecnico. Con l'uscita di The Last of Us Part II lo studio sta cercando di superare se stesso e di spingere i confini hardware ancora una volta.

Durante un'intervista, Neil Druckmann ha affermato che, proprio come il suo predecessore, The Last of Us Part II spingerà l'hardware al limite assoluto, e per questo motivo il gioco avrà ambienti molto più affollati e grandi di quanto abbiamo visto nel primo gioco. "Come accaduto in The Last of Us, anche stavolta abbiamo massimizzato le prestazioni in termini di memoria, potenza computazionale, nemici su schermo e dimensione dei livelli. Ora possiamo offrire scenari molto più ampi, sequenze con orde di infetti e più squadre di nemici in contemporanea che braccano il giocatore in ambienti più estesi".

Druckmann ha anche accennato alle animazioni notevolmente migliorate del gioco, menzionando l'uso di Naughty Dog della nuova tecnica di motion mapping: "Allo stesso modo Ellie ha questo nuovo sistema di animazione chiamato Motion Mapping e con lei, tutti gli altri personaggi. Questa tecnologia garantisce movimenti più reattivi, ma anche più realistici. Credo che Ellie sia storicamente uno dei personaggi dei giochi d'azione in terza persona con la migliore fedeltà di controllo".

tlou

Secondo Druckmann, tutti i progressi tecnologici che Naughty Dog sta realizzando con l'imminente titolo di avventura d'azione consentiranno allo studio di offrire uno storytelling molto più sfumato e, a sua volta, molto più efficace. "Riguardo la verosimiglianza dei volti e dei movimenti. Ora possiamo tradurre al meglio i movimenti degli attori all'interno del gioco, catturando ogni dettaglio. Questo, per esempio, ci consente di affidarci a un cenno o un'espressione invece che a una battuta di dialogo. E ha permesso di inserire nella sceneggiatura una quantità di sfumature senza precedenti".

Vi ricordiamo che The Last of Us Part II sarà disponibile esclusivamente su PlayStation 4 a partire dal 21 febbraio 2020.

Fonte: GamingBolt e PlayStation Blog

Contenuti correlati o recenti

Death Stranding non è stato un flop: il gioco ha coperto i costi di produzione e ha generato profitti

Hideo Kojima smentisce recenti rumor riguardo il fallimento commerciale del titolo.

The Ascent è un assaggio di next-gen e Xbox Series X nel nuovo video gameplay

Vediamo in azione uno dei titoli di lancio per la nuova console di Microsoft.

The Last of Us: Parte II torna a mostrarsi in alcune splendide concept art

Le nuove immagini ci permettono un ulteriore sguardo al mondo creato da Naughty Dog.

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza