Kojima sulle orme di P.T. e Silent Hills con un nuovo gioco horror?

L'iconico autore sul post Death Stranding.

Prima della separazione da Konami e della nuova avventura chiamata Death Stranding, Hideo Kojima stava lavorando su un progetto che per molti rimane un sogno infranto. L'universo di P.T. e Silent Hills sicuramente non diventeranno mai effettivamente realtà ma ci potrebbe essere spazio per un progetto simile made in Kojima Productions?

Kojima è stato intervistato dal canale YouTube Rocket Beans Gaming e ha discusso anche di una possibile incursione nel genere horror. Nel corso dell'intervista si parla anche dell'anima autoriale del papà di Metal Gear e della voglia di guardare anche ad altri medium.

"Non voglio smettere di realizzare videogiochi ma nel mentre vorrei anche creare qualcosa come un corto o un film. Tuttavia sto per certi versi lavorando al prossimo progetto quindi è davvero difficile concentrarsi su altri media ma certamente sono molto interessato a questa possibilità.

"Vorrei realizzare un gioco horror un giorno, certamente. Ho alcune nuove idee che penso di proporre ma non so esattamente quando, devo pensare a quando proporle sul mercato. Quando si parla di film horror puoi per certi versi chiudere gli occhi quando guardi qualcosa di davvero spaventoso. I videogiochi sono diversi dai film, se chiudi gli occhi in un film puoi scamparla e il film continua ma i videogiochi sono diversi, è qualcosa di interattivo. Sei obbligato ad agire e a spingerti avanti". Kojima sottolinea come non sia possibile spaventare all'eccesso un giocatore perché a differenza dei film, il giocatore non può assolutamente allontanarsi e distogliere lo sguardo ma con situazioni estreme è maggiormente portato ad abbandonare del tutto il videogioco.

"Voglio creare un gioco horror ma non ho una buona soluzione per questo. Per P.T. volevo creare qualcosa che tutti potessero davvero condividere ma se sei troppo spaventato non vuoi giocare, no? Vorrei per certi versi lanciare una sfida all'interno del genere horror e risolvere questo problema. Voglio realizzare un videogioco horror e i media interattivi sono un ottimo abbinamento per il genere. Penso che su una piattaforma interattiva possa essere molto più spaventoso di un film".

Ma il game designer non ha discusso solo di horror ma ha anche sottolineato di essere interessato alla realtà virtuale e di voler assolutamente creare sempre esperienze nuove anche all'interno di generi già consolidati.

"Non sto creando videogiochi per denaro. Non sono fisso su un certo genere. Tanto per iniziare voglio realizzare qualcosa di nuovo. Voglio creare qualcosa che non sia ancora presente sul mercato e voglio essere un pioniere in quel particolare aspetto. Lo stesso vale per gli horror di cui abbiamo appena parlato. Non voglio creare un horror improntato su sistemi che sono già diffusi. Voglio proporre qualcosa che non sia ancora presente nel mondo. Questa è la mia speranza, il mio sogno".

Come sempre Hideo Kojima punta sull'unicità e sarà quanto meno interessante capire se Death Stranding sarà un successo da questo punto di vista. Cosa pensate delle sue parole? Vi piacerebbe vedere un progetto horror caratterizzato dalla spiccata autorialità del buon Hideo?

Fonte: TweakTown

Vai ai commenti (4)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza