Death Stranding: l'attore Norman Reedus parla del geniale stile di regia di Hideo Kojima

Il Sam Bridges del gioco ci racconta alcuni retroscena.

Mentre nella giornata di ieri è finalmente arrivato lo splendido trailer di lancio di Death Stranding, ecco che l'attore Norman Reedus, che interpreta Sam Bridges nel gioco, ha deciso di svelare alcuni retroscena sul lavoro svolto con Hideo Kojima.

Reedus è stato intervistato da The Hollywood Reporter e, in questa occasione, l'attore ha parlato del lavoro sul set di Death Stranding e dello stile di regia di Kojima, che Reedus definisce senza mezzi termini geniale.

L'attore ha iniziato svelando che fu Guillermo del Toro a far incontrare Reedus e Kojima: "c'è una persona che ti chiamerà per fare un videogioco insieme a lui. Rispondigli di sì". All'epoca, il misterioso progetto era il defunto Silent Hills PT.

Reedus prosegue raccontando la sua esperienza sul set: "tu sei lì in piedi e lui ti dice 'immagina migliaia di balene morte di fronte a te', e tu pensi 'Cosa?!'. La sua mente è davvero su un altro livello. È un genio . Se dovesse mai realizzare un film o qualcos'altro, accetterei immediatamente".

3587613_death_stranding_the_drop

L'attore aggiunge che Kojima lascia molto spazio all'interpretazione, "è una mente collaborativa. Vuole sentire il tuo contributo. Se non dici nulla, penserà che probabilmente c'è qualcosa che non va in te. È molto divertente lavorare con lui".

Nonostante l'ottimo sodalizio tra i due e il superamento delle barriere linguistiche, Reedus ha ammesso di essere stato notevolmente confuso all'inizio per quanto riguarda la storia che Kojima voleva raccontare.

"L'ha rivelata in frammenti e ammetto di aver pensato 'di cosa stai parlando?'Mentre lavoravamo sul gioco, ho iniziato a capire meglio e ora so di cosa parla il gioco, ma lo ammetterò, c'è stato un buon anno e mezzo in cui ero come, 'mi fido di lui, farò qualunque cosa lui dica'. Ora che so di cosa si parla, è completamente diverso da tutti i giochi che ho visto giocare a mio figlio".

Parole estremamente positive quelle di Norman Reedus che farebbero pensare a una futura collaborazione con Kojima, che ne pensate?

Vi ricordiamo che Death Stranding arriverà l'8 novembre su PS4 e nell'estate del 2020 su PC.

Fonte: The Hollywood Reporter.

Vai ai commenti (7)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (7)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza