Diablo IV avrà contenuti piuttosto disturbanti

Parental Advisory Explicit Content.

Durante le celebrazioni della BlizzCon 2019, Blizzard ha finalmente presentato al mondo Diablo IV, il nuovo attesissimo capitolo della serie di RPG hack 'n' slash che mancava dal mercato da oltre sette anni. Il trailer cinematografico che ha avuto il compito di immergere i fan nelle atmosfere che caratterizzeranno il gioco è stato preceduto da un avviso a schermo che invitava i giocatori più piccoli a distogliere lo sguardo a causa di contenuti violenti e potenzialmente disturbanti. Il filmato in questione, invero, è alquanto sconvolgente ed include scene piuttosto esplicite di ematomanzia, di sacrifici umani e di evocazione di terribili demoni, sicuramente poco adatte ad un pubblico più giovane.

Successivamente, però, è stata proiettata anche una seconda clip che mostrava alcuni estratti del gameplay delle prime tre classi annunciate: lo stregone, il barbaro e il druido. Le sezioni di giocato, tuttavia, sembravano discostarsi leggermente dalle tematiche proposte nel trailer cinematografico, al punto da far sorgere una domanda lecita: "il gioco finale rispecchierà quanto visto nel video di presentazione?"

1

Nel corso di un incontro con la stampa, il game director Luis Barriga e l'art director John Mueller di Blizzard sono intervenuti sulla questione ed hanno: "la demo presente sullo showfloor non rispecchia la qualità finale del gioco che, al contrario, includerà scene e ambientazioni davvero terrificanti. Non ci siamo limitati a inserire contenuti visivamente cruenti ma, anche a livello di trama, proporremo dei passaggi angoscianti che vi faranno temere per l'incolumità dei vostri personaggi preferiti. Stiamo cercando di offrire ai fan una narrazione adulta e ricca di colpi di scena: possiamo promettervi che ci saranno momenti che vi colpiranno a fondo, dei veri e propri colpi nello stomaco."

In definitiva, Diablo IV sta prendendo forma come uno dei progetti più ambiziosi legati alla saga, un capitolo rivoluzionario ma con le radici ben salde nei canoni tipici del brand. Una campagna dai contenuti espliciti e sconcertanti, il gameplay ulteriormente raffinato e la solita impeccabile direzione artistica di Blizzard dovrebbero garantire un nuovo entusiasmante capitolo in questa popolarissima epopea. Il lancio sembra ancora piuttosto lontano ma siamo sicuri che l'azienda di Irvine saprà ripagare l'attesa.

Vai ai commenti (13)

Riguardo l'autore

Riccardo Cantù

Riccardo Cantù

Redattore

Nato nel 1993, Riccardo ha coltivato, negli anni, una passione smodata per tutto ciò che è entertainment. Videogiochi, cinema, fumetti, musica e letteratura sono il suo pane quotidiano e ama le lunghe discussioni riguardanti queste tematiche.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (13)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza