Eurogamer Top 5: gaming mouse

Indecisi per un acquisto o un regalo natalizio? Ecco la nostra Top 5 in ambito mouse gaming.

A cura di Maria Luisa Secchi

Ammettiamolo: ogni gamer degno di essere definito tale è perennemente alla ricerca dell'hardware che gli garantisca le migliori prestazioni di gioco, e la decisione definitiva per l'acquisto, (spesso dopo affannose ricerche) del mouse perfetto per le proprie esigenze è una tappa imprescindibile. Certo, districarsi fra centinaia di modelli e caratteristiche non è facile; spesso il mouse che ci piace manca di quel piccolo dettaglio che lo renderebbe perfetto, a volte il prezzo è eccessivo, altre è così basso che insospettisce e l'indecisione aumenta. Sperando di alleviare i vostri dubbi veniamo in vostro aiuto con questa selezione di cinque mouse gaming che riteniamo attualmente fra i migliori nel rapporto qualità/prezzo, più qualche menzione onorevole assolutamente degna di nota.

Siete il tipo di persona che mentre gioca ama avere la più totale libertà di movimento che solo un mouse privo di cavi può dare? Logitech vi viene incontro con un prodotto dal prezzo elevato ma con delle prestazioni da vero top di gamma.

Il 502 Lightspeed si presenta con un design accattivante ed aggressivo, la forma futuristica della serie 500 di Logitech è oramai una icona inconfondibile ma non lasciatevi ingannare: la ricerca dell'estetica si coniuga perfettamente con l'ergonomia e la comodità d'uso e questo mouse risulta comodo sia per chi predilige l'impugnatura palm grip sia per chi invece predilige quella Claw.

Equipaggiato con un sensore fino a 16.000 DPI (l'Hero 16k) che garantisce un'elevata precisione dei movimenti, è dotato di undici pulsanti programmabili, due di questi sono posizionati alla sinistra del dito indice, scelta questa che potrà piacere ad alcuni ma meno ad altri poiché se da una parte i due tasti sono facilmente raggiungibili, dall'altra potrebbero favorire qualche"click indesiderato" durante le sessioni di gioco più concitate. È presente fra gli altri anche un pulsante "Sniper" che quando premuto abbassa i DPI durante la mira in prima persona per garantire un ulteriore livello di precisione. Logitech stima la durata della batteria in circa 48 ore di uso fra una ricarica e l'altra con la possibilità di abbinare al mouse un pad che ricarica il mouse durante l'uso.

Non poteva mancare in questa classifica un altro mouse wireless e questo Rival 650, prodotto da Steelseries, è anch'esso un prodotto premium che garantisce alte prestazioni, è costruito con materiali top e presenta un design inconfondibile. È un piccolo gioiello che permette di giocare senza l'ingombro del cavo e ciò nonostante, grazie alla tecnologia "Quantum Wireless", garantisce comunque una latenza molto bassa (1 ms) abbinata a una connessione stabile.

La caratteristica principale che lo eleva al di sopra della maggior parte della concorrenza è la combinazione di un sensore ottico (il TrueMove 3+) con un secondo sensore incaricato di rilevare la distanza di distacco dalla superficie garantendo la rilevazione del movimento in maniera assolutamente precisa (nell'ordine di 0,5 mm) e priva di accelerazione, in altre parole la distanza percorsa dal mouse sul tappetino è la stessa che percorrerà il puntatore sullo schermo. I sette tasti configurabili e le otto zone retroilluminate sono configurabili grazie al software SteelSeries Engine, e un esclusivo sistema di pesi vi permetterà di scegliere fra 256 combinazioni degli stessi, garantendo quindi una personalizzazione estrema.

steelseries_rival_650
L'inconfondibile logo SteelSeries fa bella mostra di sé nel colore che preferite.

Che voi sappiate l'illuminazione RBG vi aiuta per caso a fare qualche kill in più sul vostro FPS preferito? Per caso aumenta la precisione di utilizzo e quindi la vostra mira? In virtù di questo Benq ha quindi deciso di spogliare il suo Zowie EC2-B di ogni fronzolo che possa sottrarvi concentrazione durante le sessioni di gaming, al bando illuminazione e colori sgargianti, si punta tutto sulle prestazioni.

Il mouse è molto leggero (90 grammi), una volta impugnato si capisce immediatamente che dietro ogni forma e curva c'è un lavoro di progettazione mirato a un unico scopo: la comodità; l'ergonomia è davvero al top, ma non scopriamo niente di nuovo, la serie Zowie è molto conosciuta fra i giocatori più esigenti e spesso è scelta proprio per questo motivo. È rifinito completamente in plastica, senza gomme o grip, i tasti hanno bisogno di una pressione leggermente sopra la media per poter essere premuti, caratteristica che aumenta la precisione di utilizzo, e la sensazione generale è quella di una elevata qualità costruttiva.

Monta il sensore Avago 3310, non fra i più recenti, ma all'uso risulta estremamente preciso, c'è la possibilità di scegliere i DPI (400/800/1600/3200) e una volta collegato al PC il mouse non necessita di nessun software per funzionare, in linea con la filosofia Benq del "senza fronzoli è meglio".

benq_zowie_ecb2
Semplicità e prestazioni, i tratti caratteristici di questo Zowie.

Fanatici degli FPS? Allora il Corsair M65 PRO RGB è decisamente il mouse che cercate in quanto progettato e costruito specificatamente per i giochi, frenetici ma che richiedono una grande precisione.

Esteticamente molto particolare, unisce inserti laterali in plastica rigida a una scocca centrale realizzata con un telaio in alluminio di tipo aeronautico, caratteristica che dovrebbe aumentarne durata e longevità; il pollice poggia su un apposito alloggio inferiore, il peso e il baricentro del mouse sono regolabili grazie ad un apposito sistema di pesi intercambiabili. L'impugnatura risulta comoda e piacevole e i due pulsanti laterali, così come il tasto sniper studiato appositamente per rallentare i DPI durante la mira in prima persona, risultano facilmente raggiungibili.

Il sensore ottico di precisione raggiunge i 12.000 DPI ed è calibrabile in base alla superficie di appoggio grazie al software Corsair Utility Engine: il polling rate raggiunge i 1000 Hz e tre zone del mouse sono illuminate con tecnologia RBG, anch'esse personalizzabili. Durante l'utilizzo non abbiamo riscontrato particolari problemi, la grande personalizzazione viene incontro in tal senso, e il mouse non perde un colpo risultando sempre preciso e affidabile durante ogni fase di gioco.

Verde acceso e nero, l'inconfondibile combinazione di colori caratteristica dei mouse Razer, e questo DeathAdder Elite non fa eccezione, combinando minimalismo nel design a una forma ergonomica e piacevole.

Molto leggero, circa 105 grammi, è dotato di due pulsanti laterali molto facili da raggiungere e due pulsanti per il cambio dei DPI in tempo reale mentre la rotellina è rivestita in gomma che ne aumenta il grip rendendo più facile sia la rotazione che il click. Il sensore ottico è da 16.000 DPI, e ogni caratteristica, dal polling rate all'accelerazione, dai tasti all'illuminazione RGB, è gestibile comodamente tramite il software Razer Synapse, un software ormai collaudato, facilissimo da usare e che, tra le altre, offre la possibilità di calibrare il sensore in base alla superficie di appoggio.

La qualità costruttiva è decisamente al top, i materiali risultano piacevoli e regalano una sensazione di solidità, i tasti durante l'utilizzo hanno rivelato un ottimo feedback tattile e sonoro, l'impugnatura ergonomica si adatta facilmente a vari tipi di impugnatura e la sensazione in game è quella di avere sempre il controllo totale della situazione.

Menzioni onorevoli

Chiudiamo la nostra carrellata proponendovi quattro mouse che meritano di essere citati in questa selezione poiché dotati di caratteristiche degne di nota. Partiamo con lo SteelSeries Rival 600, fratello minore del 650 che ne riprende ogni caratteristica costruttiva e tecnica, tranne che l'indipendenza dal filo, ideale per chi non ha problemi in tal senso e vuole risparmiare qualche euro.

Non poteva mancare il mouse da MMO per eccellenza, quel Corsair Scimitar tanto amato dagli amanti del genere che, oltre a disporre di una precisione nei movimenti che nulla ha da invidiare ai migliore mouse per sparatutto, ha ben dodici (si, dodici!) pulsanti laterali meccanici completamente configurabili tramite software, ma anche regolabili meccanicamente così da poter trovare la posizione perfetta per il loro utilizzo.

Sempre nel genere MMO/MOBA si distingue fra gli altri il Razer Naga Hex v2 coi suoi classici sette tasti laterali disposti in maniera piuttosto originale con il tasto centrale più grande e gli altri corona, preciso e affidabile non perde mai un colpo e garantisce un'ottima personalizzazione.

Chiudiamo con l'Asus ROG Pugio che ha la caratteristica principale quella di essere utilizzabile da destrimani e mancini, con tasti laterali magnetici completamente configurabili e una presa davvero ergonomica che garantisce estrema comodità.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Eurogamer.it

Eurogamer.it

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Ecco quanto costeranno i giochi su Google Stadia al momento del lancio

Scopriamo il prezzo dei titoli e gli sconti disponibili per giochi come Final Fantasy XV e Assassin's Creed Odyssey.

Google Stadia è un flop? Arrivano le prime recensioni della stampa internazionale

Ecco cosa pensano alcune testate della nuova piattaforma streaming.

Il lancio di PS3 slittò a causa di un piccolo componente da 5 centesimi

Phil Harrison, ora responsabile di Stadia, racconta un aneddoto legato al lancio della console.

PS5: la strategia di Sony punterà al gioco immediato e all'assenza di tempi di caricamento?

Ecco quali potrebbero essere i punti forti della strategia comunicativa della compagnia.

Nintendo Switch: al via questa settimana la promozione Cyber Offerte 2019 con sconti fino al 70% sull'eShop

Tra i giochi in offerta Super Mario Odyssey, The Legend of Zelda: Breath of the Wild e Cadence of Hyrule - Crypt of the NecroDancer Featuring The Legend of Zelda.

Articoli correlati...

Ecco quanto costeranno i giochi su Google Stadia al momento del lancio

Scopriamo il prezzo dei titoli e gli sconti disponibili per giochi come Final Fantasy XV e Assassin's Creed Odyssey.

Phil Spencer: "i videogiochi hanno il potere di creare un legame di empatia tra le persone"

"Hanno l'abilità unica di mettere insieme le persone e l'industria ha il compito di sviluppare questa caratteristica".

PS5: le cartucce brevettate da Sony potrebbero essere delle espansioni di memoria SSD

Ecco come si potrebbe espandere lo spazio di archiviazione sulla nuova console.

AdBlock su YouTube potrebbe portare al ban permanente

La piattaforma cambia e da dicembre potrebbe arrivare la stangata.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza