Pillars of Eternity 3: i risultati negativi di Deadfire potrebbero costringere Obsidian a "riesaminare l'intero format del gioco"

Lo afferma il design chief Josh Sawyer.

Ci sarà un Pillars of Eternity 3? Sembra che il design chief della serie voglia capire cosa è andato storto nell'ultimo gioco prima di affrontare un altro sequel.

Il gioco di ruolo Pillars of Eternity 2: Deadfire è stato acclamato dalla critica ma ha venduto male rispetto al suo predecessore e ad altri giochi simili. Josh Sawyer di Obsidian ha detto che vuole capire il perché, prima di impegnarsi con Pillars of Eternity 3.

"Questo non è qualcosa che posso decidere, ma penso che le vendite relativamente basse di Deadfire significhino che se consideriamo di creare un altro gioco Pillars in questo stile, dovremo riesaminare l'intero format del gioco".

"È difficile sapere esattamente perché un sequel vende peggio del suo predecessore se entrambi i giochi ricevono ottime recensioni. È perché il primo gioco ha soddisfatto le esigenze e il pubblico non era interessato al secondo? È perché, nonostante le ottime recensioni e le forti vendite per il primo gioco, alla gente non è "davvero" piaciuto? Forse è una combinazione di queste cose".

"Il problema è che senza capire veramente il motivo/i, è difficile sapere come andare avanti. Sarebbe stato più facile se Deadfire fosse stato un colossale fallimento critico. I giocatori hanno criticato la bassa difficoltà al lancio e la trama principale, ma quei problemi da soli non spiegano davvero la differenza nelle vendite. E mentre le recensioni dei giocatori erano più deboli per Deadfire che per Pillars 1, la critica tendeva a dire che Deadfire era un miglioramento rispetto al primo gioco nella maggior parte dei settori".

deadfire

"I giocatori che odiano il combattimento RTwP (in tempo reale con pausa) diranno che è perché Deadfire ha continuato a usare il combattimento RTwP, in contrasto con il combattimento a turni del fenomenale Divinity: OS2 che ha venduto di più (ed è stato recensito meglio). Anche se è vero, Pathfinder: Kingmaker, che generalmente aveva punteggi di recensione inferiori a Deadfire, vendeva meglio di Deadfire e aveva combattimenti RTwP".

"Sono sicuro che alcune delle persone che leggono questo pensano di sapere esattamente perché Deadfire ha venduto peggio di Pillars 1. Non ho quella sicurezza, il che mi porta ad essere diffidente nel provare a dirigere un sequel. Non potrei darei al nostro pubblico (di Obsidian) il gioco senza capire dove ho sbagliato, senza capire quali sono stati i problemi e come porre rimedio".

Insomma, per quanto riguarda Pillars of Eternity 3, sembra che Obsidian abbia molto da elaborare sulla serie prima da prendere in considerazione la sua realizzazione.

Che ne pensate?

Fonte: Eurogamer.net.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Alaloth: Champions of the Four Kingdoms tra immagini, trailer e una nuova finestra di lancio

L'RPG realizzato dagli italiani di Gamera Interactive e dal veterano Chris Avellone.

Cyberpunk 2077: ecco le voci italiane di V

I doppiatori italiani del protagonista del titolo targato CD Projekt RED.

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza