Death Stranding: i fan si domandano quanto il perfect score di Famitsu sia imparziale dopo la scoperta di un Easter Egg

Si può parlare di conflitto d'interessi?

Nelle scorse ore è venuto a galla un curioso easter egg di Death Stranding. Nel gioco compare infatti Hirokazu Hamamura, ex caporedattore di Famitsu, popolare testata videoludica giapponese, e da qui è nato un caso che fa molto discutere.

I giocatori nipponici si sono infatti domandati quanto il perfect score assegnato da Famitsu a Death Stranding sia oggettivo e non viziato dalla presenza dello storico caporedattore all'interno del gioco.

Hamamura infatti è uno dei giornalisti di settore più affermati in Giappone e nel mondo, attualmente presidente di Enterbrain, società editrice di Famitsu. Di fatto, dunque, Famitsu ha dato il perfect score ad un gioco nel quale è presente il presidente della propria casa editrice, nonché ex presidente della stessa testata giornalistica.

kkdpabdmemaueqo6cxso

Naturalmente si tratta di una polemica nata nel pubblico e che proprio nel pubblico trova schieramenti diversi, da chi ha fiducia nell'etica di Famitsu a chi invece lascia commenti accusatori sui social.

Sta di fatto che un perfect score da parte di Famitsu è un evento raro, la testata non è di manica così larga ed inevitabilmente questo giudizio avrebbe portato a discutere. E voi da che parte state?

Fonte: Kotaku

Vai ai commenti (12)

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Contenuti correlati o recenti

Horizon: Zero Dawn su PC è praticamente ufficiale

L'uscita non sarebbe lontana e la fonte è molto affidabile.

Il platform Horace disponibile gratis su Epic Games Store

Il prossimo gioco gratuito in arrivo sullo store sarà The Bridge.

Hollow Knight, Void Bastards e altri splendidi giochi nel nuovo Humble Bundle per sostenere l'Australia

Il ricavato è destinato a tre organizzazioni benefiche che stanno aiutando con i devastanti incendi australiani.

Articoli correlati...

Commenti (12)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza