"L'umorismo di The Outer Worlds è stato influenzato da "I Simpson" e dal capitalismo" afferma Obsidian

Lo studio di sviluppo svela qualcosa di più del gioco.

Una delle cose che salta all'occhio in The Outer Worlds è senza dubbio il black humor e durante un'intervista, i director Tim Cain e Leonard Boyarsky hanno spiegato quali sono stati le fonti di ispirazione.

"La prima compagnia è stata 'Soluzioni Spaziali' ed è ispirata a 'I Simpson'" spiega Cain. "L'ho immaginata come un'azienda che produce quasi ogni tipo di prodotto, ma nessuno di essi si può dire di qualità. Dopo siamo passati ad una società rivale, Zia Cleo, che cerca di differenziarsi da tutti gli altri venditori della colonia di Alcione. In seguito abbiamo aggiunto altre compagnie in base alle esigenze di alcuni prodotti nel gioco, come C&P per il cibo, Hammersmith per le armi, Brook & Olson per l'armatura e Rizzo per caramelle e soda".

In realtà, i Simpson hanno anche ispirato una delle religioni centrali del gioco, ovvero gli scientisti. Boyarsky ha spiegato di aver trovato prima il nome concentrandosi in seguito sul tipo di dogma a cui potevano essere legati i cittadini di una colonia basata prettamente sul capitalismo.

Vi ricordiamo che The Outer Worlds è disponibile per PC, Xbox One e PlayStation 4, mentre la versione per Nintendo Switch arriverà a partire dal prossimo anno.

Fonte: GamesRadar

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Alaloth: Champions of the Four Kingdoms tra immagini, trailer e una nuova finestra di lancio

L'RPG realizzato dagli italiani di Gamera Interactive e dal veterano Chris Avellone.

Cyberpunk 2077: ecco le voci italiane di V

I doppiatori italiani del protagonista del titolo targato CD Projekt RED.

Commenti (2)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza