Path of Exile Mobile annunciato con tanto di frecciatina a Blizzard e Diablo Immortal

Lo sviluppatore neozelandese sembra aver imparato dagli errori della concorrenza.

Durante l'ExileCon 2019, Grinding Gears ha annunciato Path of the Exile Mobile ricevendo ottimi riscontri da parte del pubblico, cosa che invece non è successa con Diablo Immortal. Il segreto? Non commettere gli errori di Blizzard.

Come di certo ricorderete, la presentazione di Diablo Immortal al Blizzcon 2018 è stata accolta con polemiche e lamentele da parte dei giocatori, rendendolo di fatto uno degli annunci più disastrosi di sempre. Non tanto per la qualità del titolo, che anzi sembra quantomeno promettente, ma piuttosto per il tempismo: tutti i partecipanti all'evento infatti stavano aspettando con impazienza l'annuncio di Diablo IV, reveal che invece si è fatto attendere ben un anno.

Grinding Gears invece, per stessa ammissione del CEO Chris Wilson, ha preferito procrastinare l'annuncio di Path of Exile Mobile, in quanto i fan sarebbero stati molti più propensi a dare una chance a un titolo mobile se prima fosse stato annunciato Path of the Exile 2.

"Inutile dirlo, circa un anno fa era davvero difficile annunciare un titolo simile", il commento scherzoso del CEO che ovviamente suona tanto come un riferimento all'annuncio di Diablo Immortal.

In realtà, a voler essere maliziosi, non si tratta dell'unica frecciatina nei confronti di Blizzard.

"Vogliamo davvero creare qualcosa che sia veramente un vero Path of the Exile. Non abbiamo semplicemente affidato lo sviluppo a uno studio esterno. È sviluppato interamente dal nostro team qui in Nuova Zelanda.", afferma Wilson nel filmato di presentazione del gioco, che potrete visualizzare di seguito.

Alcune delle critiche mosse a Blizzard con Diablo Immortal riguardava il fatto che il gioco è in sviluppo in collaborazione con il colosso cinese NetEase. Non solo, alcuni accusano il gioco di essere una "reskin" di un altro titolo mobile, Crusaders of Light, sviluppato proprio da NetEase.

Stando alle parole degli sviluppatori l'obiettivo con Path of the Exile Mobile è quello di creare un'esperienza degna dei fan della serie, allontanandosi dai canoni dei free-to-play per mobile, così come da microtransazioni e lootbox. Inoltre, il gioco attualmente è in una fase "sperimentale" e si evolverà in futuro sulla base dei feedback dei fan.

Fonte: Eurogamer.net

Vai ai commenti (1)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Stefano Paglia

Stefano Paglia

Redattore

Contenuti correlati o recenti

God of War Ragnarok uscirÓ anche su PC? La risposta di Cory Barlog

Il futuro di God of War Ragnarok tra esclusiva assoluta PlayStation e uscita su PC.

Final Fantasy XIV dopo quasi un mese continua a essere impossibile da acquistare

Provvedimenti dopo l'uscita di Final Fantasy 14: Endwalker.

Articoli correlati...

Recensione | Gloomhaven - Dal cartone al digitale il passo Ŕ... falso

Il celebre gioco da tavolo arriva in formato digitale.

'The Elder Scrolls VI dovrÓ essere un gioco decennale' come Skyrim

Todd Howard punta forte su The Elder Scrolls VI.

Project Awakening Ŕ vivo e il nuovo video sfoggia un Cyllista Engine che flirta con il fotorealismo

Cygames ci mostra il motore grafico alla base di Project Awakening.

The Elder Scrolls VI potrebbe non uscire prima del 2026

SarÓ un'attesa lunghissima per The Elder Scrolls VI?

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza