Eurogamer Top 5: cuffie gaming - speciale

Cinque cuffie da gaming perchè sta arrivando il Black Friday... e il Natale!

A cura di Maria Luisa Secchi

Quando si tratta di scegliere un paio di cuffie adatte alla nostra testa, specie in ambito gaming, l'ergonomia delle stesse riveste un ruolo fondamentale. Certo ci sono tanti altri fattori molto importanti che contribuiscono alla scelta. Vero è che molti di questi vanno «a sentimento» come ad esempio privilegiare la qualità del suono o la profondità dei bassi, la direzionalità del microfono anziché un importante annullamento del rumore. Ma sull'ergonomia c'è poco da fare, da lì non si scappa, o la cuffia indossata ci calza a pennello o nel lungo termine il suo utilizzo diventa scomodo. Niente paura, siamo qui per aiutarvi a scegliere quelle più adatte a vo grazie a questa top 5 delle migliori cuffie da gaming di questo 2019.

Sennheiser è universalmente riconosciuta come una delle aziende leader sul mercato delle cuffie musicali e da un po' di tempo a questa parte si è inserita con successo anche in quello delle cuffie da gioco, sfornando prodotti d'indubbia qualità. Queste Game Zero non fanno eccezione risultando ottime sotto praticamente tutti i punti di vista.

Qualità costruttiva al top, plastiche robuste e piacevoli al tatto, i comodissimi cuscinetti in memory foam rivestiti in similpelle sono molto ampi così da coprire completamente le orecchie senza schiacciarle, il microfono direzionale è richiudibile con un semplice gesto. Il design è pieghevole così da potervi permettere di riporre facilmente le cuffie all'interno della elegante custodia rigida in dotazione garantendo un risparmio di spazio ma anche facilità di spostamento nel caso ve le vogliate portare dietro uscendo di casa.

Passando al lato tecnico, è evidente il DNA aziendale con una prepotente tendenza verso l'ascolto della musica, i bassi sono ampi e profondi mentre il resto delle frequenze risultano chiare e definite. Ma non preoccupatevi, anche sul lato videoludico queste cuffie risultano eccellenti a patto di non "pompare" troppo i bassi. La cancellazione del rumore è efficace, niente ci disturberà quando giochiamo e se abbiamo bisogno di silenziare il microfono basterà sollevare l'asticella dello stesso riducendo a un semplice movimento un'esigenza molto frequente. Degni di nota i cavi intercambiabili forniti nella confezione che ci permetteranno di utilizzare queste cuffie con qualsiasi piattaforma da gioco.

Avete un'irrefrenabile voglia di frequenze che si estendono da 10 fino a 40.000 Hz? Tranquilli, Steelseries vi viene incontro con le Arctis Pro wireless che, grazie ai magneti al neodimio ad elevata densità, riescono a riprodurre proprio quella gamma di frequenze andando così a migliorare, e di parecchio, la nostra esperienza sonora.

Si tratta di un prodotto top di gamma: il design si presenta minimalistico ed elegante, la struttura è realizzata in acciaio lucido e lega di alluminio che oltre ad essere bellissimo da vedere garantisce una migliore longevità prevenendo le deformazioni e riducendo al minimo l'usura. Il tessuto AirWeave dei cuscinetti risulta comodo da indossare e piacevole al tatto oltre che essere traspirante, donando una maggior sensazione di confort una volta indossate. La sensazione di solidità, una volta prese in mano, è veramente appagante e non vi farà pentire dei soldi spesi per l'acquisto.

Il comparto tecnico è ovviamente di prim'ordine con i driver dello speaker ad alta risoluzione in grado di riprodurre la gamma di frequenze indicate in premessa che risultano essere circa il doppio rispetto alla quelle riprodotte dalla maggior parte delle cuffie presenti in commercio! Il microfono è bidirezionale e garantisce un'ottima qualità vocale unita alla cancellazione dei rumori di fondo. Il sistema Headphone:X con Dolby 7.1 fa il suo dovere e il volume di ascolto è decisamente alto, il suono è chiaro e le frequenze risultano ben bilanciate. Da segnalare l'illuminazione RBG personalizzabile e il fatto che vengono fornite con un accessorio particolare, il Quadrante ChatMix USB che è in sostanza una rotellina a tre posizioni: in quella centrale apre l'audio a gioco e chat, in quella bassa lo apre solo alla chat e in quella alta solo al gioco, il tutto a patto di collegare le cuffie tramite il cavo rinunciando alla comodità wireless.

Passiamo alle Cloud II Red di HyperX, anch'esse multipiattaforma quindi se avete in casa PC, console e/o tostapane potrete utilizzarle con la periferica che preferite senza alcun problema. Caratteristica principale di questo modello è l'ottimo rapporto qualità/prezzo, difatti non appena estratte dalla confezione si nota subito il telaio in alluminio che restituisce una sensazione di solidità. Sia l'archetto che gli auricolari risultano ben imbottiti garantendo una comodità superiore, mentre il rivestimento dei cuscinetti in memory foam è intercambiabile. Potremo infatti scegliere fra quello in similpelle o quello in tessuto, entrambi forniti assieme alle cuffie.

L'alluminio di cui è composto il telaio le rende molto leggere aumentando il comfort, perfette per sessioni di gioco prolungate. Il design è minimale, senza eccessi vistosi a parte la X caratteristica del brand stampata sui lati che risulta comunque piacevolmente integrata con la forma. I cuscinetti sono ampi e garantiscono un ottimo isolamento dai rumori esterni, una volta indossati coprono interamente le orecchie senza premerci sopra.

Il Surround virtuale 7.1 fa il suo sporco lavoro in combinazione coi driver da 53 mm che producono suoni molto bilanciati e riescono ad evitare il caratteristico "effetto acquario" durante l'utilizzo. Il microfono ha il volume in uscita un pelo basso ma basterà avvicinarlo un po' di più alla bocca per avere una resa comunque ottima. Presente un modulo USB da collegare al cavo delle cuffie dotato di comandi e, udite udite, una scheda audio DSP integrata! Ricordate il preambolo sul rapporto qualità/prezzo? Ecco, non serve aggiungere altro.

Per i gamer dalle orecchie caldissime Razer ha ben pensato di ideare queste Kraken che, nonostante il nome minaccioso, hanno una caratteristica peculiare: i cuscinetti per le orecchie sono in gel refrigerante. Si, avete capito bene, durante le sessioni di gioco o di ascolto della vostra musica preferita potrete bearvi di una freschezza dei padiglioni auricolari senza pari e, nelle pause, raffreddare la vostra bevanda preferita. Ok forse su quest'ultimo punto abbiamo un attimino esagerato ma dovreste aver afferrato il concetto.

In questa recensione vi proponiamo il modello di colore nero ma sappiate che vengono prodotte in altri tre colori ovvero bianco, rosa e verde e che il prezzo varia a seconda di quello scelto. Il corpo in alluminio di bauxite fa sì che una volta indossate risultino molto leggere e adatte per lunghe sessioni di gioco mentre l'imbottitura è più spessa della norma garantendo una lunga durabilità. Piacevoli alla vista hanno un design elegante, quasi classico, i padiglioni auricolari sono tondi e assieme all'archetto non presentano forme o soluzioni particolari rendendole piacevolmente asettiche.

I controlli sul filo ci permettono di regolare il volume del suono erogato dai driver da 50 mm che svolgono egregiamente il loro compito garantendo bassi molto profondi e potenti uniti a una resa quasi cristallina delle alte frequenze. Il microfono è retrattile quindi nel caso non lo dobbiate usare scompare all'interno dell'auricolare garantendo una maggiore comodità d'uso. Infine, è presente il supporto al sistema audio THX grazie a un dispositivo dedicato con cui è possibile virtualizzare l'audio 7.1 che tutto sommato ha una buona resa. Piccolo difetto la rotellina del volume ha una corsa molto ridotta e questo può creare qualche difficoltà nelle situazioni più concitate.

Corsair è da sempre una garanzia per quanto riguarda le periferiche da gaming e in ambito sonoro non fa eccezione con queste Void Pro RBG proposte in quattro colori, bianco, rosso, nero e giallo. In ogni variante il colore scelto è sempre accompagnato dalla tonalità del nero nella zona centrale degli auricolari e nella parte alta dell'archetto. L'inconfondibile logo con le vele della nave pirata di Corsair fa bella mostra di sé sui lati, ma le dimensioni contenute lo rendono ben integrato e non invadente.

Il design di queste cuffie dotate di filo e collegamento USB è aggressivo unendo alla tonalità bicolore delle forme molto particolari come quella a pentagono degli auricolari. I materiali costruttivi sono piacevoli al tatto e restituiscono una sensazione di solidità. I cuscinetti sono in memory foam e sono rivestiti in microfibra, caratteristica da non sottovalutare in quanto la traspirazione garantita da questo tessuto consentirà una maggiore comodità d'uso e una fruizione più lunga su cui influisce anche il peso complessivo, decisamente contenuto. L'imbottitura dell'archetto è buona.

I driver da 50 mm sono in neodimio, all'ascolto i suoni risultano vividi e il sistema Dolby Surround 7.1 garantisce una estrema precisione sull'origine degli stessi mentre si gioca. Il logo Corsair sui lati è retroilluminato col sistema RBG ed è personalizzabile tramite l'apposito software proprietario di Corsair, quel CUE che gestisce ogni periferica prodotta dall'azienda californiana. Il microfono non rimovibile trasmette la voce in modo chiaro e pulito ed è disattivabile tramite un pulsante facilmente raggiungibile posto sull'auricolare. Presente sempre sull'auricolare una levetta che permette la regolazione del volume.

Menzioni onorevoli

Prime cuffie fuori dalla classifica dei top 5 ma meritevoli di attenzione sono le Kraken Tournament Edition di Razer, praticamente identiche alle controparti già presenti in classifica ma con due differenze abbastanza marcate: in questo modello l'audio ha il sistema THX Spatial posizionale a 360° che è fortemente impostato verso il gaming e i cuscinetti sono privi del gel refrigerante caratteristico del modello 2019. Solitamente il loro prezzo si aggira attorno agli 80 euro.

Continuiamo con la saga delle cuffie a elevato grado di parentela con quelle in classifica con le Corsair Void pro RBG Wireless, identiche alle sorelle recensite poco sopra ma con la fondamentale caratteristica di poter essere utilizzate senza l'ingombro del filo. È il prezzo a farne le spese visto che raddoppia, e vengono proposte infatti a € 119,90.

Tornando a Logitech, con il brand Astro, le A40 TR sono pensate per giocare, e realizzate in collaborazione con atleti e-sport, producono un audio di qualità professionale, hanno le mascherine laterali intercambiabili nel caso (improbabile) abbiate uno sponsor che voglia esibire il suo logo. Sono leggere, ergonomiche, volutamente indirizzate ai gamer più esigenti. Il prezzo di € 169,00 è in linea coi prodotti simili di fascia top.

Chiudiamo con un prodotto di fascia economica, queste HP Omen 800 sono proposte a € 48,99 e pensate per un pubblico esigente ma attento al portafogli. Il rapporto qualità prezzo è elevato e in linea coi prodotti simili, sono rivestite in pelle sintetica e garantiscono l'annullamento dei rumori di sottofondo.

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Eurogamer.it

Eurogamer.it

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza