Il remake di Resident Evil 3 potrebbe essere co-sviluppato da un nuovo studio guidato dall'ex CEO di PlatinumGames

Tatsuya Minami sarebbe responsabile di un nuovo studio sostenuto da Capcom.

Dopo tonnellate di rumor nel corso delle ultime due settimane, Capcom ha finalmente annunciato il remake di Resident Evil 3. E sebbene fosse difficile non vederlo, la fine del trailer di annuncio mostrava il logo M-Two.

Se vi state chiedendo per cosa stia M-Two e quale ruolo svolga nello sviluppo del remake, un recente report di VGC potrebbe avere la risposta.

Secondo il report, M-Two è uno studio di recente costituzione, supportato da Capcom, guidato da Tatsuya Minami, un veterano di Capcom prima di diventare CEO di PlatinumGames.

Presso Capcom, Minami è stato coinvolto nello sviluppo di diverse importanti pubblicazioni, tra cui titoli come Resident Evil, Mega Man, Devil May Cry e Street Fighter. Il report di VGC afferma inoltre che anche diversi altri membri dello staff di Capcom e Platinum stanno lavorando con Minami a M-Two e che lo studio, attivo da circa un anno, sta aiutando con lo sviluppo di Resident Evil 3.

resident_evil_3_image_768x432

Un'altra curiosità menzionata nel report afferma che M-Two è stato chiamato così perché Minami aveva originariamente avvicinato l'ex Capcom e creatore di Resident Evil, Shinji Mikami, per co-fondare lo studio con lui. Sebbene Mikami abbia scelto di rimanere a Tango Gameworks sotto Bethesda, il nome del nuovo studio è rimasto lo stesso.

Che ne pensate?

Resident Evil 3 uscirà per PS4, Xbox One e PC il 3 aprile 2020.

Fonte: Gamingbolt.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza