'Fortnite e i giochi di questo tipo sono uno strumento del demonio'

Lo afferma l'esorcista Antonio Mattatelli.

I videogiochi tornano al centro delle polemiche dopo le recenti affermazioni dell'esorcista Antonio Mattatelli che, nel corso della trasmissione radiofonica di Radio Due, I Lunatici, si è scagliato contro Fortnite e i prodotti videoludici di questo tipo.

Antonio Mattatelli ha detto, senza mezzi termini, che "Fortnite e i giochi di questo tipo sono uno strumento del demonio". Un'affermazione che ha fatto rientrare in un discorso più ampio.

L'esorcista, ha inizialmente parlato di come la società e i giovani siano ormai "schiavi" della materialità, profetizzando l'arrivo della "fine del mondo come lo conosciamo":

"Ormai contano solamente il successo economico e materiale. La fine del mondo come lo conosciamo sta arrivando. Non esistono più valori, rimane solo l'individuo e la sua materialità.", ha detto.

cen_exorcistclaim_01_iloveimg_resized

Passando ai videogiochi, Antonio Mattatelli afferma che i giovani sono ormai incollati a giochi e smartphone. Da qui l'accusa a giochi e applicazioni come Fortnite che, secondo l'esorcista, causano un'alienazione dal mondo reale.

"Nella nostra testa nasce un meccanismo che ci isola e ci porta a preferire contatti virtuali rispetto a quelli reali, la nostra mente si abitua a certi piaceri, è come una dipendenza. Fortnite e giochi di questo tipo sono uno strumento del demonio in questo senso".

Che ne pensate?

Fonte: Dagospia.

Vai ai commenti (3)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza