Giochi del decennio: il mondo sarebbe migliore se tutti avessimo giocato a Pokémon Go - articolo

La vita č una sfera.

Ricordate quell'estate in cui tutti giocavano a Pokémon Go? Il mondo è sembrato un posto più bello per un po'. La gente si fermava per indicare Jigglypuff agli stranieri all'angolo della strada, e dopo si correva tutti insieme in mezzo a un parco per catturare un Dragonite.

Ho avvertito una forte nostalgia di quell'epoca. Un pensiero che potrebbe essere più nitido se tutti avessero continuato a giocare, che il mondo sarebbe stato un po' più bello rispetto a com'è adesso.

Quel vecchio mondo esiste ancora. Eccome se esiste. Quella sensazione speciale che abbiamo provato nel 2016, quella pazza estate di tre anni fa, è ancora là fuori, anche se forse è un po' più difficile da trovare. Le interazioni positive con gli altri per via dei giochi che condividiamo continuano a verificarsi attorno a noi, a prescindere da come alle volte appaiano le cose. E quella sensazione è solo amplificata quando queste interazioni avvengono nella vita reale, frangente in cui Pokémon Go continua a eccellere.

Sia che si tratti di organizzare un incontro per mettere su battaglie tra Pokémon, o d'incoraggiare la condivisione della conoscenza del territorio quando compare una quest rara o delle creature nei paraggi, Pokémon Go è disegnato per una collaborazione tra i suoi giocatori. E per quelli che non hanno l'età per prendere parte a gruppi fatti di sconosciuti su Discord o Facebook, c'è la sensazione più passiva di sentirsi parte di una comunità quando si cammina in un parco con gli amici o con la famiglia, una sensazione che fa sentire parte anche di qualcos'altro.

Dalla lista amici che mostra quello che stanno facendo, alle cartoline virtuali con premi per tutti i posti che avete visitato, per finire col trading che vi permette di aiutare gli altri a riempire il loro Pokédex, il gioco ha espanso enormemente il suo set di feature multiplayer nel corso del tempo.

E anche se la più recente aggiunta di livello è dedicata al single-player, il prossimo anno porterà con sé diverse interessanti novità come il pieno supporto alle leghe in-game, ma soprattutto una inedita modalità AR in cui potrete semplicemente andare in giro per nutrire le vostre creature e quelle dei vostri amici. C'è tantissima vita ancora in Pokémon Go.

1

Questo weekend stavo camminando per la città, facevo la strada più lunga, come al solito. Ho superato una Pokémon Gym che era sotto l'attacco di un team rivale e ho notato un gruppo di studenti cinesi intenti nell'uso dello smartphone, che ovviamente stavano giocando a Pokémon Go insieme. Mi sono fermato, ho fatto marcia indietro di qualche passo e ho preso il mio telefono per far vedere loro che giocavo anche io. Abbiamo riso, e mi hanno hanno dato il cinque.

Questa cosa mi ha fatto riflettere sul fatto che nonostante sulla carta fossimo rivali, il fatto stesso che ci giocassimo ci aveva uniti. E sono grato all'esistenza di Pokémon Go perché permette a questo tipo d'interazioni di manifestarsi. Ora come ora, ne abbiamo bisogno più che mai.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Tom Phillips

Tom Phillips

News Editor

Tom is Eurogamer's news editor. He writes lots of news, some of the puns and all the stealth Destiny articles.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Cyberpunk 2077 avrŕ diversi tipi di pene tra cui scegliere ma solo una vagina? Polemiche per un tweet

Il social media manager di CD Projekt RED riaccende una vecchia discussione.

CrossCode - recensione

Un RPG dentro a un MMO, in grafica 16-bit.

Final Fantasy 16 su PS5 sarŕ un'esclusiva temporale?

Secondo Jeff Grubb potrebbe arrivare dopo su Xbox Series X.

ArticoloCyberpunk 2077 - prova

Siete pronti, Samurai? Abbiamo una cittŕ da bruciare.

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza