Cyberpunk 2077 non sarebbe stato sviluppabile se si fosse utilizzato il motore grafico di The Witcher 3

CD Projekt RED spiega il processo di sviluppo del suo imminente titolo.

Attraverso un'intervista, il produttore di Cyberpunk 2077 Richard Borzymowski ha spiegato di come CD Projekt RED ha dovuto sviluppare il motore necessario per il gioco per poter soddisfare la propria visione particolare del suo mondo, il suo design e come avrebbe dovuto essere presentato all'interno del gioco.

"Innanzitutto, non saremmo in grado di sviluppare Cyberpunk sullo stesso identico motore di The Witcher 3", ha detto. "I vantaggi del nuovo motore sono che siamo in grado di sviluppare Cyberpunk 2077 nella prospettiva in prima persona, con tutta la verticalità dei vari edifici e grattacieli intorno al luogo."

"Stesso motivo per l'illuminazione globale" ha continuato. "Quando stiamo creando qualcosa, in questo esempio la città, bisogna avere due versioni di essa: la città diurna e notturna. E di notte si hanno tutte quelle luci al neon in città, specialmente dopo che piove. Si potrebbe semplicemente sviluppare la geometria per gli edifici e aggiungere le luci al neon. Esiste lo shader dell'acqua che gocciola via, ma questo non darebbe un'impressione così grande come avere anche l'illuminazione globale. Quindi, durante lo sviluppo, abbiamo sempre voluto assicurarci di avere questo fattore che lascerà a bocca aperta tutti".

cy

Cyberpunk 2077 è entrato nelle fasi finali del suo sviluppo e sarà disponibile per PC, Xbox One e Playstation 4 a partire dal 16 aprile 2020.

Fonte: GamingBolt

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza