Resident Evil 3 Remake tra l'assenza della modalità Mercenaries, una IA avanzata per Nemesis e altri dettagli

Emergono tante nuove informazioni sul gioco.

Capcom ha deciso di esaudire i desideri dei fan di Resident Evil annunciando poco tempo fa il remake di Resident Evil 3. Un gioco che, a quanto pare, sarà più votato all'azione rispetto al remake di RE2.

Del gioco sappiamo già alcune cose, ma ora un utente ResetEra ha condiviso moltissime informazioni comparse sull'ultimo numero di Official PlayStation Magazine UK:

  • Nemesis utilizzerà una versione migliorata dell'IA sviluppata per Tyrant di Resident Evil 2 Remake.
  • Il suono sarà molto importante in una città come Raccoon City, dovremo fare affidamento su di esso per anticipare i pericoli che ci attendono dietro l'angolo.
  • Visiteremo le strade, i negozi, gli uffici Raccoon Press, l'ospedale. Non si tratta di un open world, ma sarà un mondo molto più aperto rispetto al titolo originale.
  • Nemesis è stato creato nella vita reale per poter essere scansionato tramite fotogrammetria.
  • La Mercenaries mode non tornerà, perché sostituita da Project Resistance.
  • I worm mutanti torneranno.
  • Carlos sarà un personaggio giocabile.
  • Non sarà presente il meccanismo di scelta multipla come nel gioco originale
  • Non ci saranno più finali.
dtk7ugmk6r941

Che ne pensate?

Resident Evil 3 Remake sarà disponibile dal 3 aprile 2020 su PC, Xbox One e PS4.

Fonte: ResetEra.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza