Disco Elysium è un capolavoro anche grazie all'Armadio dei Pensieri ma proprio quella feature rischiò di far fallire il progetto

ZA/UM Studio svela un retroscena di uno dei miglior RPG di tutti i tempi.

Per quanto la diatriba sull'assenza della localizzazione in italiano continui a dividere i giocatori, praticamente chiunque sia riuscito a mettere gli occhi quanto meno una volta su Disco Elysium è d'accordo sull'affibbiargli un'etichetta non da poco: un capolavoro e uno dei migliori RPG mai creati.

C'è chi arriva anche a scomodare un mostro sacro come Planescape: Torment parlando di un gioco addirittura superiore a un'icona indimenticabile del genere. Nella nostra recensione vi abbiamo parlato dei moltissimi pregi e dei minuscoli difetti dell'opera dei debuttanti di ZA/UM Studio evidenziando come siano presenti delle feature molto originali e interessanti che inevitabilmente fanno la differenza. Una tra queste è indubbiamente il Thought Cabinet, l'Armadio dei Pensieri che negli scorsi mesi è già stato protagonista di un approfondimento degli sviluppatori.

Ma in questi giorni il Thought Cabinet è tornato in auge all'interno di un nuovo approfondimento (anche video) di GameSpot. A quanto pare proprio questa sorta di inventario dei pensieri ha rischiato di far affondare l'intero progetto. Si tratta di un elemento che permette di entrare letteralmente nella mente del protagonista ed esattamente come la mente di ogni persona reale è un luogo caotico e difficile da decifrare a pieno. Realizzare questo elemento a schermo e renderlo un elemento centrale della progressione del personaggio si è inevitabilmente rivelata una sfida molto impegnativa.

Lo sarebbe per dei veterani, figuriamoci per dei debuttanti al loro primo progetto.

Il nuovo episodio di Audio Logs è un approfondimento molto interessante non solo su questa feature centrale del progetto ma anche sul modo in cui i testi sono stati inseriti e modificati per cercare di modernizzare i CRPG. Poi si tratta anche di un viaggio nella mente di Robert Kurvitz, designer e scrittore che negli anni ha creato da zero tutto il mondo e il lore di Disco Elysium e che ha diverse idee e considerazioni interessanti su ciò che è attualmente l'industria dei videogiochi.

Kurvitz e ZA/UM Studio guardano anche al futuro, tra la decisione di sviluppare le versioni PS4 e Xbox One di Disco Elysium e le idee per i prossimi progetti. Cosa pensate di Disco Elysium, del Thought Cabinet e di questo nuovo straordinariamente talentuoso team da tenere attentamente d'occhio?

Fonte: GameSpot

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Dungeons and Dragons potrebbe dire addio al termine 'razza'

I fan si dividono tra favorevoli e contrari.

Final Fantasy VII Remake supera quota 5 milioni di copie vendute in tutto il mondo

E diventa il titolo digitale per PlayStation più venduto nella storia di Square Enix.

Temtem annunciato per PS5. Un 'Pokémon' per la next-gen Sony

Pubblicato un nuovo trailer durante lo State of Play.

DOOM Eternal e The Elder Scrolls Online arriveranno su PS5 e Xbox Series X

Bethesda condivide informazioni sulle versioni next-gen dei due titoli.

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza